Home / Conferenze stampa / Gotti: Domani il contesto ci permette di dare spazio ai giovani

Gotti: Domani il contesto ci permette di dare spazio ai giovani

Il tecnico alla vigilia della gara contro il Sassuolo

Gotti: Domani il contesto ci permette di dare spazio ai giovani

Ultima vigilia del campionato 2019/20 per mister Gotti che, al canale ufficiale bianconero, fa il punto della situazione in casa Udinese: "La motivazione deve essere intrinseca, dentro di noi. La partita di domani non determina la salvezza dell'Udinese, nè dà determinate pressioni di classifica e quindi si può giocare a calcio tout court contro una squadra che sta facendo molto bene, con un processo di crescita che arriva dai prim tre anni di crescita assieme. Noi a nostra volta abbiamo attivato un percorso di crescita, siamo riusciti a mettere in atto una piccola grande metamorfosi di qualità per qualcosa che potrà divenire".

Processo di crescita. Dove porterà in futuro? "Mi rifiuto di assumere il concetto del calo fisiologico, dobbiamo essere più bravi dal punto di vista mentale rispetto a questo tipo di interpretazione. Ma purtroppo abbiamo affrontato il post lockdown con una rosa già ristretta sulla quale sono intervenuti infortuni traumatici di una certa entità che ci hanno penalizzato. Questo ci mette in difficoltà, ci mancano le energie. Domani cercheremo di fare il meglio possibile".

Altri esordi domani dopo Ballarini? "Avrei grande piacere di firmare l'esordio di alcuni di loro che se lo meritano. Fino a Cagliari non c'era ancora la salvezza, non potevo caricarli di quella responsabilità. Contro il Lecce, loro e un'altra squadra si giocavano la salvezza e dovevamo avere una onestà intellettuale che va al di là delle tue impellenze; domani la situazione è diversa e possiamo permetterci di agire con una libertà maggiore".

Un bilancio di questo campionato? "Dal mio punto di vista, la squadra ha fatto un processo di miglioramento di un certo tipo anche profondo da un tipo di vista calcistico. Si è poi palesato in campo un modo diverso di gestire le partite. Al di là della vittoria sulla Juventus, che dà soddisfazione di punti importanti e per il prestigio dell'avversario, è il come gestisci il campo contro la Lazio, la Roma, il Napoli. Questo è un processo di crescita di un certo tipo. Nello sport e nella vita non bisogna accontentarsi, la cosa più importante è sempre la prossima partita".

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi