Home / Interviste esclusive / Pizzul: Niente sogni di gloria, ma una salvezza più tranquilla

Pizzul: Niente sogni di gloria, ma una salvezza più tranquilla

De Agostini: De Paul? Io credo nel collettivo

Pizzul: Niente sogni di gloria, ma una salvezza più tranquilla

Un precampionato particolare, che altro non è che la conseguenza di quanto sta accadendo da marzo, lascia molte incognite e davvero poche certezze. Nonostante questo, ci sono dei ragionamenti sui quali Bruno Pizzul e Gigi De Agostini hanno riflettuto nei loro brevi interventi a Telefriuli.

Bruno Pizzul ha commentato questa anomala sessione di mercato che ostacola un campionato che già si preannuncia nuovamente particolare. Di fatto, secondo il noto giornalista sportivo, all'Udinese cambierà poco: l'obiettivo rimarrà ancora la salvezza, non bisogna sperare in sogni di gloria. "E' un calciomercato particolarmente difficile quest'anno, perchè il Covid ha lasciato i suoi perniciosi effetti anche sui bilanci delle varie squadre. Non ci sono tanti soldi in giro, ognuno cerca di vendere più che di comprare. Naturalmente l'Udinese ha dei giocatori che sono appetiti. Finora se ne sono andati solo Fofana e Sema, però pare che altri siano con le valigie pronte, ma bisogna che siano pronti anche i soldi che le altre daranno all'Udinese. Ci sono giocatori che pare che siano nel mirino dell'Udinese, magari provenienti anche dalla Turchia. Ma prima di formulare valutazioni, bisogna vederli all'opera e vedere chi arriverà. Credo che l'Udinese dovrebbe riuscire a mettere in campo una formazione sufficientemente competitiva, senza coltivare alcun sogno nel cassetto. Ma con la speranza di fare un campionato un po' più tranquillo degli ultimi.

Obiettivi? "Il primo rimane sempre la salvezza. Poi, tutto quello che si riesce a fare di più è tanto di guadagnato e non sarebbe male se questa salvezza venisse raggiunta prima delle ultime due partite che ci fanno stare in ansia fino alla fine".

In casa Udinese, è chiaro che tutto ruota attorno a De Paul. Gigi De Agostini però dice: "E' vero che è uno dei migliori giocatori dell'Udinese, ma io credo nella forza del collettivo. L'importante è che quando va via un giocatore forte, ne arrivino altrettanti".

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi