Home / Interviste esclusive / Giacomini: La squadra aveva una logica molto chiara

Giacomini: La squadra aveva una logica molto chiara

Il mister a Telefriuli

Giacomini: La squadra aveva una logica molto chiara

Mister Massimo Giacomini a 'Bianconero XXL' su Telefriuli ha commentato il successo sulla Lazio, frutto di una bella prestazione di squadra. "C'è stato un impegno particolare, come era avvenuto in molte delle 12 partite dell'anno scorso. Credo che il gruppo argentino sia stato d'esempio per gli altri: in campo è scesa una squadra che aveva una logica molto chiara. De Paul e Pereyra hanno fatto una partita di livello; Pussetto e Forestieri hanno corso molto; Arslan ha aumentato il ritmo di gioco. E poi si sono recuperati palloni in mezzo al campo, cosa che non facevamo prima. Sempre noi sulle seconde palle. Nel gol di Pussetto eravamo in 4 nella loro area. Bravo Cioffi, molto lucido. Credo che possiamo aspirare a qualcosa, come si pensava quando si è creato questo gruppo".

E' piaciuta l'Udinese 'argentina': "Il gruppo argentino è stato molto molto importante perchè hanno giocato anche per onorare Maradona. Prima Pereyra era parso in ritardo di condizione, ma ieri ha giocato una partita di grande livello; De Paul si è ripetuto, ha sempre giocato bene. Molina deve stare più attento nella fase difensiva. Bravo Forestieri, che ha corso moltissimo, non ha mai mollato, ha meritato e ha fatto un bel gol. E pensare che era arrivato qui in sordina".

Un ricordo di Maradona: "L'ho visto giocare quando era al Barcellona contro l'Atletico Bilbao. Ad un certo punto ha fatto un gol in tuffo di testa e poi un pallonetto: tutto lo stadio lo ha applaudito quando è uscito. Un personaggio straordinario. Lui e Pelè sono i più grandi che ho visto: non saprei quale dei due è meglio, credo siano alla pari".

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi