Home / Conferenze stampa / Sottil: "Dobbiamo migliorare, ma non sono preoccupato"

Sottil: "Dobbiamo migliorare, ma non sono preoccupato"

Il tecnico bianconero dopo il successo sulla Feralpi Salò

Sottil:  Dobbiamo migliorare, ma non sono preoccupato

Non è stata una Udinese convincente quella che ha superato la Feralpi Salò in Coppa Italia. Mister Andrea Sottil commenta così la gara: "Contenti per la vittoria e il passaggio del turno. E' chiaro che nel momento migliore nostro, ad inizio ripresa con controllo totale della partita stavamo facendo molto bene. Ma dobbiamo migliorare, visto il gol preso subito dopo il 2-0. Ci ha tolto un po' di sicurezza e c'è qualcuno che non è al top. Una discreta partita, ma dobbiamo migliorare, siamo consapevoli che dobbiamo fare meglio".

In difesa qualche sbavatura di troppo, dovuta a? "Questa è una squadra che rispetto all'anno scorso oggi giocava solo Perez. Ci sono nuovi come Bijol, Masina, Ebosse, che devono trovare conoscenza tattica, meccanismi, devono raggiungere il top della condizione fisica. Sicuramente aver subito 5 tiri in porta contro una squadra di due categorie sotto sono un po' troppi. Ma questo mi preoccupa tra virgolette, perchè c'è un gruppo di calciatori forti, dei sincronismi devono essere migliorati".

Gli esterni, come li giudichi? E Lovric regista? "Lovric lì non è un esperimento, nel suo passato ha giocato lì, lo volevo rivedere in quella posizione. Ha fatto la sua partita, poteva trovare qualche verticalità di più, ma so benissimo che lui è un interno ma credo abbia caratteristiche per interpretare anche quel ruolo, è valido. Nel 5-3-2 gli esterni sono fondamentali, dobbiamo crescere negli scivolamenti difensivi. A volte si poteva fare molto meglio anche nelle percussioni dell'uno contro uno, lo possono fare. Ad un certo punto abbiamo fatto qualcosa in più, ma dobbiamo fare molto meglio".

Beto con il Milan? Il mercato può ancora modificare la squadra? "Beto sta seguendo il programma personalizzato per il rientro, ma deve ancora fare il passaggio per entrare al 100% in tutti gli allenamenti. Da lunedì lo metteremo nella totalità dell'allenamento. Il mercato lo fa la società, io alleno. Penso solo a questo, a migliorare sul campo per farci trovare pronti contro il Milan".

A che punto è la squadra? "Il ritiro è stato travagliato, abbiamo perso Arslan, Becao, Deulofeu. Beto anche lui non c'è stato a disposizione fino adesso. Bijol è arrivato a ritiro iniziato. In ritiro è importante poter cominciare subito a meccanizzare i sistemi, abbiamo dovuto gestire un po' di assenze. Anche Perez è tornato da poco. Per tutte queste cose c'è stato un po' di rallentamento nella conoscenza tecnico-tattica. Oggi si son viste anche belle cose. So che dobbiamo crescere, ma questo non mi preoccupa perchè c'è la disponibilità dei ragazzi

Firmerebbe per avere questa stessa rosa il primo settembre? "Sarei contento rimanessero tutti così come sono. So la qualità di questa proprietà, che se deve fare qualche operazione non si farà trovare impreparata, non sono preoccupato".

 

Ai media bianconeri l'allenatore dell'Udinese ha detto:"Le partite non sono mai facili, loro sono di due categorie inferiori ma hanno fatto un'ottima partita, noi bene all'inizio, siamo andati avanti meritatamente, ma comunque siamo consapevoli che dobbiamo migliorare ma anche nella parte iniziale e centrale della ripresa siamo stati bravi. Siamo riusciti a schiacciare la Feralpi, abbiamo dimostrato buone trame di gioco, sicuramente abbiamo commesso un errore sul gol loro, poi ci siamo un pò sfilacciati per la condizione fisica di qualche elemento non ancora al top. Oggi ci mancavano giocatori in mezzo al campo per fare rifiatare chi ha giocato, ma sono contento per l'atteggimento di andare a cercare ancora il gol dopo il vantaggio, e la voglia dei giocatori di lottare. Cinque tiri dei nostri avversari sono troppi per la qualità dei giocatori e della difesa, è stato bravo Silvestri ad essere pronto. Bisogna dire che in difesa, rispetto all'anno scorso, stasera giocava solo Perez, sappiamo che certi sincronismi si devono migliorare anche perchè qualcuno è arrivato tardi, con precaria condizione, quindi adesso il miglior allenamento è la partita vera. Ci stiamo allenando cercando di correggere gli errori, riguardandoli al video, cercheremo di essere più solidi e veloci contro il Mian. Importante quando vanno a segno le punte, sono contento, ho visto bene tanti giocatori, straordinaria la condizione di Pereyra, quelli che hanno iniziato la partita e quelli entrati mi sono piaciuti perchè hanno dato tutto, nei quinti dobbiamo migliorare ma c'è disponibilità da parte di tutti, adesso non possiamo che crescere e migliorare".

Conferenze stampa

Vita da Club

Primavera e giovanili

I cugini di Gran Bretagna

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio