Home » Unione Sarda: all’Udinese basta Okaka

Unione Sarda: all’Udinese basta Okaka

Sconfitta in casa per il Cagliari nella 36esima giornata di Serie A.
Monica Tosolini

Sconfitta in casa per il Cagliari nella 36esima giornata di Serie A. La sfida della Sardegna Arena contro l’Udinese finisce infatti 1-0 per i friulani. Agli ospiti basta un gol di Okaka in avvio di partita per portare a casa il risultato e conquistare anche la salvezza. Per il Cagliari, un altro turno senza vittoria.

PRIMO TEMPO – La partita inizia subito in salita per il Cagliari. Dopo due minuti infatti l’Udinese la sblocca: cross dalla destra di Larsen, Okaka controlla, elude la marcatura di Ceppitelli e batte Cragno per lo 0-1. Incassato il colpo, i padroni di casa provano a reagire, ma senza creare troppi grattacapi alla retroguardia friulana. E al 18′ sono ancora gli ospiti a farsi pericolosi: palla in area da sinistra, De Paul stoppa e tira da buona posizione, con Cragno che ci mette i guantoni. Poi ancora Udinese: percussione di Sema sulla fascia, palla in mezzo e gli avanti ospiti trovano di nuovo la strada sbarrata da Cragno. La reazione del Cagliari è affidata a un tiro da lontano di Lykogiannis e a una punizione di Joao Pedro, entrambi centrali e non in grado di impensierire Musso. Al 39′ il Cagliari rischia ancora. Scontro a centrocampo Joao Pedro-Walace, parte un lancio immediato per Lasagna che si invola verso la porta rossoblù e batte Cragno: Pasqua annulla per offside. Quindi è lo scatenato De Paul a provarci dalla distanza, due volte: prima è l’estremo difensore rossoblù a deviare in corner, poi è la mira dell’argentino che è leggermente errata, con la sfera che esce di un soffio.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa il Cagliari parte carico e tenta subito di raddrizzare il match. Ci prova Lykogiannis (altissimo), ci prova Ionita (palla deviata dalla difesa) e ci prova Joao Pedro, che si avventa su un pallone messo in mezzo dallo stesso Lykogiannis ma viene anticipato di un nulla da De Maio. Dopo 10 minuti Zenga cambia tre uomini: dentro Mattiello, Pereiro e Faragò, fuori Lykogiannis, Ladinetti e Pisacane. Nel cuore della frazione la partita si fa più aperta. L’Udinese si fa pericoloso con Sema, Lasagna e De Paul. E si fanno pericolosi anche i rossoblù, prima con Ragatzu che non trova la deviazione vincente da due passi imbeccato da Nandez e poi con Faragò che ci prova in mezza rovesciata su un bel cross proprio di Ragatzu, senza fortuna. Al 69′ altra buona occasione per il Cagliari, con Mattiello che va al tiro ma il suo destro trova l’opposizione di Musso. Al minuto 78 si vede Pereiro, che sfodera il sinistro: nessun problema per Musso. Tre minuti dopo una delle occasioni migliori per i sardi: Nandez lotta e lancia bene Joao, il brasiliano serve di petto Simeone, ma il sinistro del Cholito dal limite termina alto. Negli ultimi 10 minuti Zenga getta nella mischia un altro giovanissimo, al posto di Ragatzu: tocca al classe 2001 Marigosu esordire in Serie A. Poi entra anche Birsa, che rileva Ionita, per sbilanciare ulteriormente la squadra in avanti a caccia del pareggio. Nei sei minuti di recupero il Cagliari si riversa in attacco. E l’occasionissima non manca: cross dalla sinistra di Simeone, ma Joao Pedro da un passo spedisce incredibilmente fuori. Niente da fare: basta il gol di Okaka per regalare i tre punti all’Udinese e lasciare i rossoblù ancora una volta orfani di quella vittoria che manca ormai da 8 giornate.

mediafriuli_white.png
©2023 UDINESEBLOG. Tutti i diritti riservati | IL FRIULI – P. IVA 01907840308
Powered by Rubidia