Home » Messaggero Veneto: missione tabù casalingo da sfatare

Messaggero Veneto: missione tabù casalingo da sfatare

Al 'Friuli' la vittoria manca dall'8 maggio contro la Sampdoria
Monica Tosolini

Sono passati 236 giorni dall’ultima vittoria dell’Udinese al ‘Friuli’. Li ha contati il Messaggero Veneto, sottolineando quanto questo numero nel calcio rappresenti un’enormità. E uno dei temi di Udinese-Bologna è proprio il ritorno dei friulani alla vittoria nel loro stadio, dove il successo manca dall’8 maggio, contro la Sampdoria. Pereyra e compagni sono chiamati a sfatare questo tabù. Di fronte, “due squadre psicologicamente agli estremi opposti in questo momento. Il Bologna va forte, gioca, ma gli gira anche tutto bene. All’Udinese basta un cross sbagliato per prendere gol e lasciare per strada due punti (gli ennesimi) di una stagione nata male e che non bisogna far finire peggio”. 
Cioffi deve scegliere i migliori, in questo momento. Quindi ha già annunciato la panchina per Silvestri, a favore di Okoye. “Rispetto all’undici che ha pareggiato col Toro dovrebbe esserci solo una seconda novità con Payero al posto di Samardzic perché contro la fisicità e la qualità della mediana emiliana bisognerà rispondere con muscoli e corsa. In avanti Cioffi si affiderà ancora all’estro e all’ispirazione di Pereyra e a quel Lucca che è l’unico bianconero ad aver dimostrato una certa confidenza con il gol. Anche se, per salvarsi, servono i gol di tutti. Vero Lovric? Vero Payero? “

Articoli Correlati

mediafriuli_white.png
©2023 UDINESEBLOG. Tutti i diritti riservati | IL FRIULI – P. IVA 01907840308
Powered by Rubidia