Home » Messaggero Veneto: all’Udinese serve il miglior Sottil

Messaggero Veneto: all’Udinese serve il miglior Sottil

Un anno fa il tecnico aveva inserito Bijol e Lovric e reinventato Pereyra esterno, stavolta dovrà far crescere individualmente molti giocatori non ancora pronti
Monica Tosolini

La proprietà ha fatto il mercato ha messo a disposizione di Sottil una rosa con ben 15 nuovi innesti. Al tecnico, ora, spetta il compito di conoscerli e farli rendere al meglio. Il Messaggero Veneto ricorda che un anno fa, quando è tornato in Friuli ma da allenatore, Sottil aveva il compito di gestire la fascia destra che aveva perso Molina, sostituito con due scommesse come Ehizibue ed Ebosele. Dovette affidarsi a Pereyra, in attesa che i due crescessero. E contemporaneamente si occupò di inserire i nuovi Bijol e Lovric. Ora si trova in una situazione completamente diversa. Scrive il Messaggero Veneto: “La squadra è stata indebolita a livello tecnico e di personalità e più che un’Udinese padrona del campo, dovremo aspettarci un’Udinese operaia e al tempo stesso cattiva e aggressiva in ogni zona del campo. Alla mancanza di qualità bisogna ovviare con l’agonismo e l’organizzazione. Poi bisognerà lavorare a livello individuale con i giocatori per farli crescere singolarmente e anche all’interno del gioco di squadra. Da sempre questo è stato il valore aggiunto dei grandi tecnici bianconeri, da Zaccheroni a Guidolin, passando per Spalletti e, perché no, Pasquale Marino che qualche talento l’ha svezzato. Questa sulla carta è l’Udinese tecnicamente più modesta degli ultimi anni, ecco perché c’è più che mai bisogno del miglior Sottil”.

Articoli Correlati

mediafriuli_white.png
©2023 UDINESEBLOG. Tutti i diritti riservati | IL FRIULI – P. IVA 01907840308
Powered by Rubidia