Home » Gazzetta dello sport: De Paul lo metti dove serve: play o trequartista?

Gazzetta dello sport: De Paul lo metti dove serve: play o trequartista?

Gli infortuni di Jajalo e Teodorczyk fanno scattare le emergenze in mediana e attacco.
Monica Tosolini

Gli infortuni di Jajalo e Teodorczyk fanno scattare le emergenze in mediana e attacco. Gotti deve trovare delle soluzioni, anche immaginando di dare un ruolo diverso a De Paul. Secondo la Gazzetta dello sport, l’argentino potrebbe interpretare due ruoli diversi rispetto a quello usuale di mezzala: “Uno è quello centrale, ancora di più, da regista. Senza Rolando Mandragora e Jajalo, ecco che Gotti potrebbe decidere di dare a De Paul la bacchetta per tenere i ritmi di gioco. Le qualità tecniche le ha, bisogna vedere solo come si adattano con i tempi di gioco contro una squadra che con ogni probabilità gli andrà vicino per inaridire la fonte principale dell’Udinese. In quel caso l’argentino andrebbe protetto bene dalle due mezzali e assecondato dalle punte rapide a cercare la profondità o il gioco cort-lungo per evitare tamponamenti napoletani. L’alternativa invece è quella di spostarlo più vicino alla porta rispetto al solito. Non da centravanti, ovviamente, ma da trequartista-seconda punta. Qui il rischio è quello di andare a ingolfarlo tra le linee se il Napoli dovesse costringerlo a giocare spalle alla porta continuamente. In questo caso sarebbero preziosi gli scarichi esterni, gli appoggi continui delle due frecce di Gotti sulle fasce”.

La rosea fa anche notare, però, che De Paul ha una tradizione negativa con il Napoli: da quando è in Italia, lo ha incrociato 8 volte, in cui l’Udinese ha vinto 7 volte e pareggiato una, con De Paul mai a segno.

mediafriuli_white.png
©2023 UDINESEBLOG. Tutti i diritti riservati | IL FRIULI – P. IVA 01907840308
Powered by Rubidia