Home » Inter-Cagliari 2-2: nerazzurri due volte in vantaggio, sempre ripresi

Inter-Cagliari 2-2: nerazzurri due volte in vantaggio, sempre ripresi

Per lo scudetto la capolista dovrà vincere il derby contro il Milan
Redazione

Inter non è andata oltre il 2-2 casalingo contro il Cagliari di Ranieri e, pur restando a +14 sul Milan secondo in classifica, non ha approfittato ulteriormente della frenata dei rossoneri. A San Siro i nerazzurri sono andati due volte in vantaggio, prima con Thuram al 12′ e poi un rigore di Calhanoglu al 74′, ma sono sempre stati ripresi dai rossoblù con Shomurodov al 65′ e con Viola a cinque minuti dalla fine. Per vincere lo scudetto già nel prossimo turno l’Inter dovrà vincere il derby, mentre il punto conquistato dal Cagliari è un passo importante verso la salvezza.

LA PARTITA

Niente vittoria, niente record di punti da strappare alla Juventus e derby da vincere assolutamente anziché potersi accontentare di un pareggio per vincere lo scudetto con cinque giornate di anticipo. Sostanzialmente le brutte notizie per l’Inter di Simone Inzaghi sono finite qui e spostano di meno di una virgola la stagione nerazzurra e un campionato già in archivio da settimane. Al contrario, il 2-2 di San Siro certifica con timbro papale l’ottimo momento di forma del Cagliari che, in chiave salvezza, ha saputo rispondere con la stessa moneta ai pareggi sulla carta inattesi di Frosinone e Sassuolo. Anzi, dal punto di vista dei sardi la clamorosa occasione non capitalizzata da Viola in pieno recupero può addirittura risuonare come un rammarico in casa della capolista.

Senza Lautaro Martinez (squalificato) si conferma la cabala – o l’oggettiva difficoltà – dell’Inter di fare risultato alla propria maniera, ovvero triturando gli avversari. Eppure le condizioni ambientali e tecniche con il match sbloccato già al 12′ da Thuram, in rete 553 minuti dopo l’ultima volta, lasciavano presagire a un inizio di festa scudetto prima ancora della matematica e del fatidico quanto pluricitato derby del 22 aprile. Invece la corazzata di Inzaghi ha dovuto fare i conti con l’organizzazione e la voglia del Cagliari, tanto bravo a restare in partita nel primo tempo concedendo poco al miglior attacco del campionato, quanto scaltro e determinato a infilare la porta della difesa meno battuta del torneo nella ripresa.

Dopo il pareggio di Shomurodov al 65′ dal limite dell’area dopo una sponda di coscia di Luvumbo, l’Inter ha rimesso la testa avanti al 74′ con il rigore di Calhanoglu (11° gol in campionato) che però questa volta non è bastato per raccogliere i tre punti. Con i cambi e la mini rivoluzione finale Ranieri ha mandato in campo Lapadula e Viola e proprio da questi due, nella zona ormai tanto cara ai sardi ovvero nei minuti finali, è arrivata l’azione (contestata) del pareggio con il secondo gol consecutivo del numero 10.

IL TABELLINO

INTER-CAGLIARI 2-2
Inter (3-5-2)
: Sommer 5,5; Bisseck 5,5, Acerbi 5, Bastoni 5,5 (41′ st Buchanan sv); Darmian 6 (30′ st Dumfries 5,5), Barella 6,5, Calhanoglu 6,5, Mkhitaryan 5,5 (19′ st Frattesi 6), Dimarco 6 (30′ st C. Augusto 6); Thuram 6,5, Sanchez 6,5 (30′ st Arnautovic 6). A disp.: Di Gennaro, Audero, De Vrij, Sensi, Cuadrado, Asllani. All.: S. Inzaghi 6.
Cagliari (3-5-2): Scuffet 6; Hatzidiakos 6 (43′ st Wieteska sv), Mina 5,5, Obert 5,5; Di Pardo 6 (33′ st Zappa 6), Jankto 5 (29′ Prati 5,5), Makombou 6, Sulemana 6, Augello 6; Shomurodov 7 (33′ st Lapadula 6,5), Luvumbo 6,5 (33′ st Viola 7). A disp.: Radunovic, Aresti, Dossena, Azzi, Mutandwa, Gaetano. All.: Ranieri 7.
Arbitro: Forneau
Marcatori: 12′ Thuram (I), 20′ st Shomurodov (C), 29′ st rig. Calhanoglu (I), 38′ st Viola (C)
Ammoniti: Prati, Mina (C)
Espulsi: nessuno

(sportmediaset.it)

Articoli Correlati

mediafriuli_white.png
©2023 UDINESEBLOG. Tutti i diritti riservati | IL FRIULI – P. IVA 01907840308
Powered by Rubidia