Home » Crotone-Spezia 4-1

Crotone-Spezia 4-1

Nel secondo anticipo dell'11a giornata di Serie A, il Crotone batte 4-1 lo Spezia e conquista la prima vittoria in campionato.
Monica Tosolini

Nel secondo anticipo dell’11a giornata di Serie A, il Crotone batte 4-1 lo Spezia e conquista la prima vittoria in campionato. Allo Scida, i padroni di casa passano al 7′ grazie a Messias, ma un errore di Zanellato in disimpegno regala a Farias il pareggio (18′). La gara si decide a inizio ripresa, con i gol di Reca (49′) e il tris di Eduardo (56′). Poker d Messias al 96′. I calabresi rimangono ultimi con 5 punti, i liguri sono fermi a quota 10. Il Crotone si sblocca dopo 11 giornate  

LA PARTITA

Dopo 11 giornate i calabresi finalmente si sbloccano, vincono lo scontro-diretto con gli spezzini e danno una piccola sistemata a una classifica che con il passare delle settimane si è fatta sempre più complicata, portandosi a una lunghezza da Genoa e Torino e a 4 dalla Fiorentina. La strada, ovviamente, è ancora lunghissima, ma vincere aiuta a vincere e quindi quella di oggi allo Scida potrebbe rappresentare una svolta al campionato sin qui anonimo dei ragazzi di Stroppa, capaci di racimolare la miseria di due punticini, uno di questi con la Juve campione d’Italia. Per lo Spezia un brutto stop: la squadra di Italiano ha pagato a caro prezzo gli errori difensivi in serie. Partono forte i padroni di casa e al primo affondo passano: il lancio lungo di Molina trova Messias, che punta Terzi e dal limite lascia partire un sinistro rasoterra vincente (7′). Gli ospiti non si scompono e cominciano a macinare gioco. Le conclusioni di Pobega e Farias sono imprecise, ma Farias al 18′ non sbaglia su gentile regalo di Zanellato che sbaglia il disimpegno. Il gol subito fa traballare i calabresi e Cordaz dice no a Piccoli, bravo a liberarsi di due avversari con uno scavetto (21′). I liguri fanno la gara e i calabresi provano a pungere in contropiede, ma nel primo tempo non si registrano altre emozioni, a parte un tiro murato di Messias e un tiro potente ma centrale di Farias, gli uomini che decidono la sfida. L’equilibrio si spezza definitivamente a inizio ripresa. La bella parata di Provedel su Messias e brutto presagio per lo Spezia, che al 49′ va sotto: Reca mette a sedere Sala e in diagonale fa secco Provedel. L’assist è ancora di Molina, al secondo di giornata. I titoli di coda 7 minuti dopo: imbucata di Messias per Pedro Pereira, palla in area e gol facile a porta vuota per Eduardo, alla prima da titolare. Italiano le prova tutte e si gioca le carte Gyasi, Maggiore e Verde, ma sono i calabresi a realizzare il poker in pieno recupero con il migliore in campo Messias, che si era visto annullare poco prima un gol per fuorigioco millemetrico.

IL TABELLINO CROTONE-SPEZIA 4-1

Crotone (3-5-2): Cordaz 6,5; Magallan 5,5 (28′ st Cuomo 6), Marrone 6,5, Luperto 6,5; Pedro Pereira 6, Eduardo 6,5 (38′ st Vulic sv), Zanellato 4,5 (44′ st Riviere sv), Molina 7, Reca 6,5; Messias 7,5, Simy 5,5. A disp.: Crespi, Festa, Golemic, Dragus, Crociata, Rojas, Djidji, Siligardi. All.: Stroppa 7

Spezia (4-3-3): Provedel 6; Ferrer 5,5 (1′ st Sala 5), Terzi 5, Chabot 5, Bastoni 6 (38′ st Marchizza sv); Estevez 5,5, Ricci 6, Pobega 5 (13′ st Maggiore 6); Agudelo 6 (13′ st Gyasi 5,5), Piccoli 6, Farias 6,5 (37′ st Verde sv). A disp.: Krapikas, Acampora, Mora, Agoume, Bartolomei, Deiola, Erlic. All.: Italiano 5,5 Arbitro: Giua Marcatori: 7′ e 51′ st Messias (C), 18′ Farias (S), 4′ st Reca (C), 11′ st Eduardo (C)

Ammoniti: Chabot (S), Ferrer (S), Messias (C), Eduardo (C), Maggiore (S), Magallan (C) Espulsi: – Note: –

mediafriuli_white.png
©2023 UDINESEBLOG. Tutti i diritti riservati | IL FRIULI – P. IVA 01907840308
Powered by Rubidia