Home / Serie B / Tesser: è stata partita vera

Tesser: è stata partita vera

Il tecnico del Pordenone sulla prestazione dei suoi contro l'Udinese

Tesser: è stata partita vera

Attilio Tesser ha commentato a Telefriuli/udineseblog l'amichevole di questo pomeriggio al 'Friuli': "Ci serviva per portare qualche giocatore in condizione. Camporese rientrava dopo tantissimo tempo, per lui è stato un buon test. Ma anche per tutta la squadra contro un avversario di serie A. Il test è stato positivo, poi tutte le cose sono migliorabili. Si sono visti alcuni errori, altre cose anche buone. SOno soddisfatto".

In ottica campionato, a che punto è il Pordenone"Se riusciamo a recuperare bene la condizione di tutti gli effettivi, noi siamo soddisfatti. Abbiamo iniziato contro due squadre importanti e venerdì prossimo ne troveremo una altrettanto impegnativa, lo Spezia. Noi siamo a buon punto: c'è una integrazione tra i vecchi e i nuovi che si sono inseriti bene a livello di mentalità, di spogliatoio, di gruppo. Per la parte tecnica c'è ancora qualcosa da sviluppare meglio, però sicuramente è stato un buon inizio per noi".

Lo Spezia: altro avversario tosto:  "Siamo una neopromossa. L'obiettivo dichiarato è provare a vincere tutte le partite, ma l'importante è conquistare la salvezza. Forse voi a Udine il campionato di B non lo vedete da un po', io l'ho fatto tanti anni. E' un campionato difficilissimo, durissimo. Partita per partita c'è da sudare molto, lo sappiamo. Le prime due sono state positive, dovremo ripetere quelle prestazioni".

Quella di oggi era un'amichevole utile a tutti per acquisire minutaggio. Come ha visto l'Udinese? "Molto bene, mi ha fatto una grossa impressione. Ho visto una squadra che non l'ha presa sottogamba, ha giocato una partita vera, con ritmo e intensità; con qualità. Hanno una fisicità che fa davvero paura, la categoria la conosco, ma tanta fisicità così poche volte l'ho vista. Ma soprattutto una squadra molto ben messa in campo, con l'atteggiamento di voler giocare costantemente. Mi ha fatto una buonissima intenzione".

Simone Pasa, poi: "Un test duro, contro una squadra che ha giocato molto bene e che fisicamente è molto forte, cosa che ha nel DNA da parecchi anni. Ci siamo dati da fare, è stato un test allenante. Potevamo fare anche un gol per toglierci una soddisfazione. Comunque è stata una bella partita che è servita a tutti".

Che campionato vi aspetta? "Abbiamo fatto una gran vittoria con il Frosinone, utile per prendere coraggio. Poi a Pescara abbiamo perso, ma abbiamo fatto una gran partita. Noi non abbiamo individualità stratosferiche, ci sono dei ragazzi talentuosi, soprattutto davanti, ma se non giochiamo tutti assieme è dura e si vede".

C'è un leader, qualcuno che più di alti vi trascina? "Sicuramente. De Agostini, Burrai hanno esperienza. Chiaretti, che è stato mio compagno di squadra a Cittadella, ti dà sia carica ma anche quella personalità che serve".

L'obiettivo della squadra è la salvezza. Il tuo? "Dare una mano alla squadra per cercare di vincere ogni partita. Personalmente , se gioco da mezzala, cercare di fare qualche gol in più".

BIANCONERI IN TV

Blog bianconeri

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi

Primavera e giovanili