Home / Serie B / Play off, semifinale andata: Chievo-Spezia 2-0

Play off, semifinale andata: Chievo-Spezia 2-0

Ai veneti il primo round

Play off, semifinale andata: Chievo-Spezia 2-0

Il Chievo supera 2-0 lo Spezia nell'andata dei playoff di Serie B e ipoteca la finale in vista del ritorno di martedì in Liguria: partenza sprint della squadra di Aglietti che nei primi 9' va sul doppio vantaggio grazie a Djordjevic (1') e Segre (9'). Nella ripresa gli ospiti possono accorciare dal dischetto con Matteo Ricci, ma Semper è di nuovo insuperabile e lo ipnotizza.

Djordjevic-Segre, show del Chievo

Al Bentegodi si mette subito nella maniera migliore possibile per i padroni di casa. Su calcio d'angolo Djordjevic sfrutta il rimpallo con un difensore dello Spezia per mandare il pallone sotto la traversa della porta difesa da Scuffet: al 1° minuto è già 1-0 per il Chievo. I liguri restano in bambola e subiscono anche il raddoppio dei veneti. È il 9° quando Obi si invola sulla sinistra e crossa teso al centro dell'area, dove Segre conclude il suo inserimento solitario con il gol del 2-0. Lo Spezia si fa vedere con la frettolosa conclusione dal limite di Di Gaudio, che non sfrutta lo svarione di Dickmann causando l'ira di Italiano. Alla mezz'ora ancora gialloblù in avanti con una bellissima azione tutta di prima con Djordjevic che libera al cross Obi: la difesa spezzina mette in corner a fatica. Il nigeriano scuola Inter continua ad imperversare e per poco non replica l'azione del raddoppio. Stavolta la bella conclusione volante di Segre termina a lato. Lo Spezia ha un moto d'orgoglio al 39', quando Ricci pesca Bartolomei con uno splendido lancio: anche in difesa ci pensa Obi, che devia in angolo. Al 45' annullato a Djordjevic il gol del 3-0, per un fuorigioco che chiude il primo tempo.

Semper ipnotizza Ricci

La ripresa comincia con gli stessi ventidue del primo tempo, ma cambia la trama. Ora è lo Spezia a dominare e al 56' arriva l'occasione per rientrare in partita, anche in ottica della gara di ritorno. Leverbe stende in area Nzola e per l'arbitro è rigore: dal dischetto va Matteo Ricci, ma Sempre è ancora insuperabile e respinge. Ma non è tutto, perchè lo Spezia deve maledire anche la sfortuna con una clamorosa traversa colpita da Nzola di testa sugli sviluppi di un corner, poi Nzola ci prova di nuovo ma la sua conclusione è facile preda di Semper. I liguri imperversano, ma il Chievo si abbassa e gestisce con ordine i due gol di vantaggio. Italiano cambia e inserisce Galabinov per un 4-2-4, ed è proprio il neo entrato a non sfruttare una gran bella sponda di Gyasi all'84'. Per rivedere i gialloblù in proiezione offensiva bisogna attendere l'89', quando il bolide del neo entrato Morsay centra il palo a Scuffet battuto. Nel recupero ci pensa ancora Galabinov, senza mordente. A chiudere la gara di nuovo una folata di Morsay, senza esito. Il Chievo ora può guardare al ritorno con grande fiducia.

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi