Home / Serie B / Due pareggi negli anticipi

Due pareggi negli anticipi

Empoli-Venezia e Reggiana-Salernitana sono finite con il segno X

Due pareggi negli anticipi

Sono due pareggi gli anticipi della 25esima giornata di Serie B, che lasciano invariati gli equilibri di classifica. L’Empoli si inceppa sull’1-1 con il Venezia e sale a +4 sulle inseguitrici: gli ospiti passano in vantaggio al 25’ con il pallonetto di Mazzocchi, ma vengono raggiunti da Haas al 25’ della ripresa. La Salernitana viene invece fermata sullo 0-0 dalla Reggiana, con occasioni per entrambe le squadre nel corso dei 90’.

REGGIANA-SALERNITANA 0-0

È uno 0-0 che non può fare molto felici né la Reggiana né la Salernitana: la prima non scappa dalla zona retrocessione e ora ha appena 2 punti sui playout, mentre la seconda non riesce a sorpassare al secondo posto della classifica di Serie B il Monza, agganciandolo solamente a quota 42. Sono i padroni di casa che provano a fare la partita nella prima mezz’ora di gioco. Prova ne sia la grande parata di Adamonis, che devia provvidenzialmente il sinistro potente di Siligardi. La manovra della Reggiana, però, si prolunga soprattutto con continui passaggi tra i quattro difensori. Manca la precisione nell’ultimo passaggio. Nel finale di primo tempo arriva così anche un’occasione per i campani: bella l’iniziativa di Jaroszynski, poi è bravo due volte Libutti a intervenire su Tutino e Coulibaly. Casasola, infine, calcia direttamente in curva. A inizio ripresa c’è una straordinaria cavalcata proprio di Casasola sulla destra: traversone al centro e velo di Capezzi per Tutino, la cui conclusione termina a lato. Sul fronte opposto, sul tiro di Siligardi questa volta non è perfetta la parata di Adamonis che, tradito da un rimbalzo, respinge e riesce comunque a evitare pericoli. Poco dopo la Salernitana si crea una doppia chance consecutiva: prima Casasola costringe Libutti a una respinta di corpo, poi Jaroszynski impensierisce Venturi. All’80’ Kiyine pesca l’angolino ma trova la deviazione decisiva di Del Pinto. L’ultima opportunità arriva in pieno recupero, quando Varone cerca l’eurogol da 25 metri, ma c’è ancora Adamonis a negare il gol vittoria emiliano con una prodezza. Si tratta del quinto pareggio nelle ultime sei partite per la formazione di Castori.

EMPOLI-VENEZIA 1-1

Quello contro il Venezia è addirittura il quinto pareggio consecutivo per l’Empoli, sempre più nel pieno di una crisi da vittoria. La voglia di forzare la fuga contro una diretta avversaria è tanta, ma anche la squadra di Zanetti assapora ovviamente l’enorme occasione di salire a -1 dai toscani. Al 25’, infatti, ad andare in vantaggio sono proprio i veneti, con una rete inventata e confezionata da Mazzocchi: il terzino riceve palla da Taugourdeau, salta Parisi e insacca con un tocco che sembrerebbe un cross, ma in realtà finisce per scavalcare Brignoli in pallonetto. Il primo tempo è estremamente tattico e non molto spettacolare, ma sicuramente spicca lo “zero” alla voce “tiri in porta” dell’Empoli. Nella ripresa la musica è però diversa e con il passare dei minuti la squadra di Dionisi aumenta la pressione. Pomini mura Mancuso, Fiamozzi calcia alto e al 26’ arriva, un po’ all’improvviso, la rete del pareggio. Parisi spinge bene a sinistra e crossa basso in mezzo all’area: il portiere del Venezia respinge corto e Haas insacca in tap-in. A questo punto i toscani sfiorano palo e raddoppio con Bajrami, ma soprattutto Pomini si riscatta negando con un bel colpo di reni il sorpasso di La Mantia, potente nell’incornata. Si ferma quindi dopo quattro vittorie la striscia del Venezia, che insieme alla Salernitana passa una notte al secondo posto in coabitazione con il Monza.

BIANCONERI IN TV

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Calcio

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi