Home / Serie B / Benevento-Lecce 0-0

Benevento-Lecce 0-0

Tuttosport: un buon Lecce a Benevento

Benevento-Lecce 0-0

E’ parità nel big-match del 3° turno di B. L’anticipo di Benevento e Lecce termina senza reti, ma ciò non significa che sia stata una gara soporifera. Tutt’altro! In particolare per merito dei salentini, che più volte hanno fatto correre brividi lungo la schiena del portiere Paleari e dei tifosi tornati ad affollare il “Vigorito” dopo la latitanza mostrata nell’esordio con l’Alessandria (oltre 5.000 gli spettatori).

Marco Baroni, tornato sul palcoscenico che lo aveva proiettato nell’Olimpo del calcio, se ne ritorna in Puglia probabilmente deluso per non aver fatto bottino pieno, ma confortato dall’ottima prestazione. «I risultati verranno, era importante confermare il processo di crescita. Abbiamo dimostrato personalità, compattezza, spirito di sacrificio, tenendo bene le distanze. Per questo mi accontento». Pur se, in effetti, sono state troppe le occasioni-gol gettate alle ortiche dai suoi ragazzi ma, alla fine, può consolarsi poiché avrebbe potuto anche incappare in un’autentica beffa. Nel finale, il Benevento ha creduto che la sorte gli restituisse quanto gli aveva sottratto a Parma, Foulon prima e soprattutto Improta nelle battute conclusive, ha fatto gridare al gol. Non sarebbe stato giusto, la Strega ha avuto il merito di riprendersi dopo gli avvii scoppiettanti dell’avversario. Caserta riconosce che «il Lecce ha giocato meglio di noi, dobbiamo ripartire dal punto ottenuto, ma non c’è stata solo la loro bravura, hanno pesato molto ni nostri demeriti».

Un punto che appaga, quindi, più Caserta che Baroni, ancora in attesa del primo squillo del torneo. Al Benevento mancavano due pilastri: oltre alla defezione di Lapadula, Fabio Caserta ne accusava un’altra, ancora più importante, quella di Glik, in panchina dopo le fatiche con la nazionale. Subito due spunti leccesi. Al 3’, Coda, innescato da Hjulmand, buggera Paleari che esce a valanga, fortunatamente per lui, c’è l’ottimo recupero di Vogliacco. L’avvio dei salentini sorprende la truppa di Caserta, sulla palla di Majer dalla bandierina, svetta imperioso Lucioni, la sfera incocciata dall’ex capitano termina a lato. Dopodiché, è Di Mariano a bombardare, la respinta dell’estremo difensore di casa finisce sui piedi di Strefezza poco freddo nel tap in. Caserta prova a metterci qualche pezza, ribalta gli esterni Elia ed Insigne. Poi, opta per il cambio di modulo, passando al 4-4-2. Il Benevento risale, riequilibra il match. Ma il contropiede del Lecce procura ambasce, come al 39’, quando Di Mariano non riesce a trasformare un servizio delizioso di Coda. In precedenza (27'), occasione-gol per la squadra di casa: su cross arrotato di Foulon, Moncini si tuffa, ma è Lucioni a deviare verso la propria porta, grande Gabriel, pronto a sventare in angolo. Ripresa in linea con il primo tempo, con il Lecce più insidioso. Il tridente d’attacco di Baroni si fa valere, Di Mariano si beve in tunnel Letizia, che beccherà il giallo. Sugli sviluppi, l’arbitro concede un rigore agli ospiti, ritenendo che Elia abbia toccato di mano, poi col Var si ravvede: la sfera era finita sul petto del giocatore. Spara dal limite Hjulmand al 7’, ottima risposta di Paleari. Per il Benevento, solo un’opportunità sui piedi di Foulon al quarto d’ora, in extremis recupera Gallo. Ma è sempre l’undici salentino a sfiorare il gol. Al 19’, un destraccio di Strefezza colpisce in pieno il palo, dopo palla persa da Improta. Un istante appresso, dilapida incredibilmente Coda di testa. Dopo la girandola delle sostituzioni, è, il Benevento a metterla nel sacco, ma il gol di Improta è vanificato dal fuorigioco di Sau. A tre minuti dal 90’, un’altra occasionissima: da Sau a Foulon, rasoterra del belga intercettato leggermente dal portiere Gabriel, quanto basta per mettere fuori tempo Improta che può mettere solo sul fondo. Allo spirare del match, ancora insidioso Improta su invito dello scatenato Brignola.

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi