Home / Rassegna stampa / Sportmediaset: balzo dell'Udinese. Decide tutto Nestorovski

Sportmediaset: balzo dell'Udinese. Decide tutto Nestorovski

Alla Dacia Arena un colpo di testa del macedone risolve una gara tattica e con poche occasioni

Sportmediaset: balzo dell\u0027Udinese. Decide tutto Nestorovski

Nella 24.ma giornata di Serie A l'Udinese batte 1-0 la Fiorentina al termine di una gara molto equilibrata e conquista punti preziosi per rimanere lontana dalla zona calda della classifica. Alla Dacia Arena nel primo tempo l'occasione migliore capita a Stryger Larsen, ma Dragowski è attento. Nella ripresa poi Musso ferma Vlahovic Nestorovski (86') decide il match di testa. Udinese a quota 28 punti, Viola a 25.

Vola l'Udinese, affonda la Fiorentina. Alla Dacia Arena il verdetto del campo è amarissimo per la squadra di Prandelli. A far saltare il banco ci pensa Nestorovski a 5' dal termine alla fine di una partita a lunghi tratti bloccata e molto tattica. Un colpo di testa pesantissimo. Sia per l'Udinese, che a quota 28 punti fa un bel balzo in classifica e si mette al sicuro, sia per la Fiorentina, che invece resta appaiata a Benevento e Spezia e deve guardarsi le spalle. 

Alla Dacia Arena nella Viola in mediana c'è Eysseric al posto di Amrabat e davanti Ribery torna accanto a Vlahovic. L'Udinese invece opta per il tandem d'attacco Llorente-Nestorovski e piazza Makengo vicino a De Paul e Walace. A ritmi bassi sono i bianconeri a prendere in mano il possesso e a provare a costruire con ordine da dietro. La Viola invece si concentra sulla manovra avvolgente e sulle ripartenze. Eysseric e Ribery provano subito a sfondare dal limite, ma la squadra di Gotti respinge l'assalto serrando le linee e appoggiandosi alle punte per fare andare a vuoto la pressione degli uomini di Prandelli. Senza lampi nell'uno contro uno in mezzo al campo e con pochi movimenti in profondità il match si sposta sulle corsie. Ma con tanta confusione tra le linee e le difese chiuse è dura trovare varchi. Almeno finché De Paul non accende la luce e inventa per Stryger Larsen. Invenzione che Dragowski neutralizza tenendo ancora tutto in equilibrio. Equilibrio che anche la Viola prova a rompere con gli inserimenti di Malcuit, le giocate di Castrovilli e Vlahovic e un tentativo di Martinez Quarta dalla distanza senza però centrare il bersaglio grosso. 

Dopo un primo tempo tattico e bloccato, la ripresa si apre con la Fiorentina più pimpante. A ritmi ancora bassi, il tema tattico del match però non cambia. Soprattutto in mezzo al campo, dove entrambe le squadre faticano a manovrare con precisione. Con tanti errori in fase di impostazione e idee poco chiare a ridosso delle punte sono le difese a controllare la gara. Molina ci prova dal limite, ma la mira è sbagliata. Poi è Nestorovski ad avere una buona chance, ma la retroguardia viola disinnesca tutto senza rischi. Dall'altra parte tocca invece a Musso chiudere bene su Vlahovic. A caccia di gol ed energie, Prandelli leva Ribery e Castrovilli e fa entrare Kokorin e Amrabat. Gotti invece toglie Makengo e Llorente e getta Arslan e Braaf nella mischia. Cambi che animano il match e danno la scossa alla gara. Con le squadre lunghe, infatti, nel finale c'è spazio per continui capovolgimenti di fronte e su un cross col contagiri di De Paul Nestorovski approfitta di un errore in chiusura di Milenkovic per battere Dragowski di testa all'86'. Gol che decide il match, fa fare un balzo in classifica all'Udinese e inguaia la Fiorentina. 
 

LE PAGELLE
De Paul 7: è il fulcro della squadra, l'uomo che detta i tempi e le geometrie. Quando si accende, illumina la manovra e inventa. Lotta anche in mediana senza mai tirare indietro la gamba e pressando Ribery. Suo l'assist per Nestorovski
Nestorovski 6,5: fatica per buona parte del match tra i centrali della Viola, nel finale però si fa trovare al posto giusto nel momento giusto decidendo la gara di testa
Llorente 5: dalle sue parti Milenkovic e Martinez Quarta fanno buona guardia e non riesce a far valere la sua fisicità. Qualche buona sponda, ma poca presenza in area. Mai pericoloso
Ribery 5,5: tocca tanti palloni, ma non trova il guizzo giusto nell'uno contro uno per fare la differenza nello stretto e creare superiorità. De Paul gli sta addosso sui raddoppi. Dura un'ora, poi esce
Vlahovic 5: gli spazi per far male sono pochi e non è facile trovare soluzioni. Prova a giocare per la squadra arretrando il baricentro, ma nella ripresa si fa ipnotizzare da Musso
Martinez Quarta 6,5: tosto, aggressivo e concentrato. Chiude con cattiveria, giocando spesso d'anticipo e cercando anche di farsi vivo in avanti. Bella prova sotto gli occhi di Samuel in tribuna
 

IL TABELLINO
UDINESE-FIORENTINA 1-0
Udinese (3-5-2): Musso 6,5; Becao 6, Bonifazi 6, Nuytinck 6,5; Molina 6 (46' st De Maio sv), De Paul 7, Walace 6, Makengo 5,5 (24' st Arslan 6), Stryger Larsen 6,5; Llorente 5 (31' st Braaf 6), Nestorovski 6,5.
A disp.: Gasparini, Scuffet, Samir, Okaka, Micin. All.: Gotti 6
Fiorentina (3-5-2): Dragowski 6; Milenkovic 5, Pezzella 5,5 (43' st Montiel sv), Martinez Quarta 6,5; Malcuit 6 (34' st Caceres sv), Eysseric 5,5 (43' st Borja Valero sv), Pulgar 6, Castrovilli 6 (34' st Amrabat sv), Biraghi 6; Vlahovic 5, Ribery 5,5 (23' st Kokorin 5,5).
A disp.: Terracciano, Rosati, Olivera, Venuti, Barreca, Callejon, Igor. All.:Prandelli 5,5
Arbitro: Volpi
Marcatori: 41' st Nestorovski (U)
Ammoniti: Llorente (U); Martinez Quarta, Kokorin (F)
Espulsi: -

BIANCONERI IN TV

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Calcio

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi