Home / Rassegna stampa / Messaggero Veneto: Udinese da vacanze romane

Messaggero Veneto: Udinese da vacanze romane

Pozzo, è tempo di decisioni

Messaggero Veneto: Udinese da vacanze romane

"Un'Udinese da annunci economici dopo le tre sberle rimediate a ieri dalla Lazio. A.A.A. Cercasi disperatamente società in grado di prendere decisioni fondamentali per salvarsi. Deve capire cosa fare di giocatori che sembrano da torneo dei bar per motivazioni. Avete presente quelli raccattati all'ultimo minuto per fare numero e che avevano già l'appuntamento fissato per una pizza con la ragazza o il cinema con gli amici? Ecco De Paul e Samir nella versione vista all'Olimpico. Pensare che fanno parte (o sono nel giro) di nazionali come Argentina e Brasile fa venire i brividi e dovrebbe essere oggetto di riflessione nella stanza dei bottoni o, se volete, in casa Pozzo. Qualcosa non funziona lì, il meccanismo si è inceppato, inutile cambiare allenatori come su una giostra. Si scelga un titolare in panchina per dargli pieni poteri (anche Gotti). Si scelga chi tenere e chi prendere (già a gennaio) per inquadrare leader e portatori d'acqua (anche questi deludenti ieri) nulla rincorsa alla salvezza.La Lazio ha fatto il minimo sindacale ed è bastato". Non le manda a dire il Messaggero Veneto dopo l'Udinese vista all'Olimpico. 

E, in altro articolo, affonda: "Ormai la sabbia nella clessidra della classifica bianconera sta finendo. La zona rossa, salvo auspicabili e repentini cambi di rotta, è lì a un passo. A Natale si navigherà sull'orlo del precipizio. E la società che fa? Prende tempo, sperando che un grande lavoratore come Gotti, che però da settimane dice di non voler stare in panchina, d'un tratto trasformi, scusate l'irriverenza, l'acqua in vino. D'accordo che l'encefalogramma piatto del Watford (altro allenatore cacciato) a Londra tolga da tempo il sonno a Gino Pozzo (ieri ri-beccato dai tifosi all'Olimpico), ma anche (e soprattutto) qui c'è una tifoseria che chiede rispetto. Dai giocatori in campo e da chi li paga".

Quindi le pagelle: 

MUSSO IL MIGLIORE 6 - Prende due gol su calcio di rigore, il terzo quasi da dentro l'area piccola. Davanti si ritrova una squadra con una fase difensiva imbarazzante e in questi casi il portiere può niente. La sua partita era cominciata dopo 6' quando era volato sotto l'incrocio dei pali per deviare la punizione di Luis Alberto. Nella ripresa strappa applausi con il grande intervento su Lulic. Per l'ennesima volta in questa stagione è l'unico a salvarsi.

BECAO 5 - In occasione del contatto con Milinkovic-Savic va a terra come un palloncino che si sgonfia. Prima un fallo alla ... Ekong con l'avversario spalle alla porta.

EKONG 4,5 - Errare è umano, perseverare diabolico. Un altro calcio di rigore procurato anche se forse nell'azione non è lui il principale colpevole.

NUYTINCK 5 - Stavolta anche lui finisce dietro la lavagna. Correa se lo beve e lui non riesce a trattenersi dallo sgambettarlo in area.

LARSEN 5 - Non salta mai l'uomo ma almeno tenta di proporsi all'inizio, poi scivola nell'anonimato.

MANDRAGORA 5,5 - C'è il suo zampino nelle due azioni più pericolose dell'Udinese: mette Nestorosvki solo davanti a Strakosha, poi di destro sfiora il palo.

WALACE 5 - Compassato, fin troppo. Le mezzepunte della Lazio passano come nel burro nella sua zona.

DE PAUL 4 - Una buona azione all'inizio, poi tre passaggi sbagliati di fila, l'ultimo è quello che innesca l'azione del rigore del 2-0. Servono fatti, non parole.

SAMIR 4 - Piazzato a sinistra, non copre, non spinge e dorme in area. Imbarazzante.

NESTOROVSKI 4,5 - Un attaccante di serie A non può calciare alle stelle il pallone offertogli da Mandragora.

OKAKA 5 - Rientra senza colpo ferire. Nel secondo tempo ha una palla gol ma calcia sul corpo di Strakosha. Poi si scopre che era in fuorigioco.

FOFANA 5 - Mezz'ora finale in una situazione onestamente complicatissima.

BARAK SV - Entra a partita praticamente finita.

TEODORCZYK - Pochi minuti al posto di Okaka.

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi

Primavera e giovanili