Home / Rassegna stampa / Messaggero Veneto: Udinese, rischio di fare i play out se si parte tardi

Messaggero Veneto: Udinese, rischio di fare i play out se si parte tardi

L'Udinese vuole giocare a fine mese, giovedì deciderà il Governo

Messaggero Veneto: Udinese, rischio di fare i play out se si parte tardi

Il campionato ripartirà con 124 gare da giocare. La A ha fissato la data nel 13 giugno, ma si deciderà tutto giovedì nella riunione tra Spadafora e il mondo del calcio. L'Udinese, tramite Paròn Pozzo, ha pubblicamente espresso il suo pensiero: la cosa migliore sarebbe ripartire a fine giugno, per limitare il più possibile il rischio infortuni.

Il Messaggero Veneto fa una panoramica sulle volontà delle società: sulla stessa posizione dell'Udinese ci sono "altre due società, stando alle voci che circolano nell'ambiente: il Torino di Urbano Cairo, sempre critico nei confronti di un riavvio del torneo, e la Sampdoria che frequenta le stesse zone "bollenti" della classifica e che dovrà lottare per la salvezza. Per contro, Lazio, Napoli e Roma spingono per una ripresa per il 13 giugno assieme al Genoa (una delle realtà più in difficoltà in termini di bilancio), nonostante la posizione delicata in graduatoria, appena sopra la zona retrocessione.Ma la conta a spanne vede in campo in campo anche altri due "partiti". Quello delle indecise: Sassuolo (che votò per il 20 giugno in assemblea di Lega), Inter, Cagliari, Brescia e Spal. Insomma, c'è un po' di tutti in termini di interessi di classifica. Come pure succede tra le indifferenti: Juventus, Milan, Bologna, Parma, Atalanta, Fiorentina, Verona e Lecce".

Le opzioni di ripartenza rimangono tre: il 13 giugno (che ha ripreso quota dopo l'ok della Spagna a riprendere l'8), il 20 (che consentirebbe ancora di chiudere il 2 agosto) e il 27, che però obbligherebbe a far ricorso a delle formule alternative (play off e play out) per chiudere la stagione. "Possibilità che sia l'Uefa, sia la stessa Federcalcio hanno da tempo sdoganato preferendole ai verdetti "a tavolino" che profuma di ricorsi come sta già succedendo in Francia che ha chiuso il campionato a metà.Detto questo, l'Udinese spingendo per una ripartenza a fine giugno deve accettare pure il rischio di partecipare ai play-out retrocessione "allargati", considerando che sul tavolo c'è l'ipotesi di una corsa a otto per la salvezza, così come si potrebbe partire addirittura dal dodicesimo posto - disputando una raffica di gare ravvicinate - per puntare allo scudetto".

BIANCONERI IN TV

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi