Home / Rassegna stampa / Gazzetta dello sport: Salvezza al veleno

Gazzetta dello sport: Salvezza al veleno

Barak è un caso. L'Udinese non dà l'ok al rinnovo. Rabbia del Lecce

Gazzetta dello sport: Salvezza al veleno

Il problema è noto: il Lecce rischia di perdere Antonin Barak perchè l'Udinese, che glielo ha mandato in prestito secco a gennaio, non ha ancora controfirmato il prolungamento del contratto fino al 31 agosto. La Gazzetta dello sport, che già aveva seguito la situazione nell'edizione online, riprende la notizia su quella cartacea e sottolinea che le due società possono trovare l'intesa entro le 24 di oggi oppure Barak rientrerà in Friuli dove non potrà essere schierato ma dalla società che gli pagherà gli stipendi di luglio e agosto.

Le società di A avevano deciso, avallate dalla Fifa, di prolungare automaticamente a 14 mensilità i contratti di questa stagione. Tra i club era stata scelta la strada del gentlemen agreement sui prestiti, per arrivare alle intese senza incorrere in scontri.

Mercoledì 24, non appena la Lega ha messo a disposizione i moduli da compilare per sottoscrive i prolungamenti, il Lecce ha mandato quello sottoscritto da Barak all'Udinese e ha atteso di riavere il documento controfirmato. Domenica, non avendo ancora ricevuto risposta, il Dg Mercadante ha inviato una pec all'Udinese, sperando di avere la firma dei friulani. Secondo la Gazzetta dello sport potrebbe essere che l'Udinese stia pensando di rinegoziare il prestito, ipotesi non prevista, venendo così meno ai patti morali sanciti dalle istituzioni per i rapporti tra clb italiani.

Se non arriverà la firma del contratto, il presidente del Lecce Sticchi Damiani potrebbe prendere decisioni clamorose per far valere presso i vertici di Figc e Lega le ragioni della sua società.

BIANCONERI IN TV

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi