Napoli-Lazio 5-2

Show dei partenopei

Napoli-Lazio 5-2

Nel posticipo della 32a giornata di Serie A, il Napoli batte 5-2 la Lazio e rimane in piena lotta per un posto in Champions. I partenopei la sbloccano grazie a un rigore di Insigne (7'). Politano raddoppia al 12', mentre la reazione degli ospiti si ferma al palo di Correa (19'). Al 53' Insigne fa doppietta, poker di Mertens al 65'. I capitolini si svegliano tardi e trovano il gol Immobile (70') e Milinkovic-Savic (74'). Pokerissimo di Osimhen (80').

LA PARTITA

Spettacolo ed emozioni a non finire allo Stadio Diego Armando Maradona, con il Napoli che conquista tre punti fondamentali che consentono di blindare il quinto posto a due lunghezze dalla coppia Atalanta-Juventus e a tre dal Milan secondo in classifica. Una notte super per i ragazzi di Gattuso, strabordanti in attacco grazie al solito Lorenzo Insigne, che con la doppietta di oggi sale a quota 17 nella classifica cannonieri. Inzaghi, ancora costretto a casa dal Covid, è invece tradito dai suoi uomini migliori, con Immobile e Milinkovic-Savic che si svegliano quando ormai la frittata era fatta. I biancocelesti hanno una gara in meno, quella da recuperare contro il Torino, e la sfida di lunedì all'Olimpico contro il Milan ha tutte le sembianze dell'ultima spiaggia. Lo spareggio Champions parte subito con i fuochi d'artificio e con la certezza che per l'arbitro Di Bello è una serata di super lavoro. Al 4' la Lazio mette subito in mostra il marchio di fabbrica, distendendosi in contropiede con Lazzarri che va via in velocità a Hysaj, che lo recupera appoggiandogli una mano sulla spalla. Per il direttore di gara è tutto regolare, ma il Var richiama la sua attenzione. Non tanto per il contatto sopra citato, ma per un intervento di Milinkovic-Savic su Manolas che ha dato il la alla ripartenza biancoceleste. Il serbo alza la gamba, colpendo palla e difensore greco e Di Bello assegna il rigore tra le proteste capitoline. Dal dischetto Insigne spiazza Reina e sblocca il match. Gli ospiti sono tramortiti e capitolano di nuovo 5' dopo, quando Mertens serve Politano che salta Fares e sorprende Reina sul primo palo. Due tiri e due gol per un Napoli davvero cinico. Dopo un'altra iniziativa di Politano (Reina para a terra), i biancocelesti maledicono la sfortuna al 19' quando Correa si ritrova il pallone dopo un'azione di Milinkovic fermata da Koulibaly e Meret è salvato dal palo. Nel finale di tempo, ancora grande lavoro per l'arbitro, che al 40' non interviene per un pestone di Politano su Immobile e due minuti dopo usa l'identico metro di giudizio per un quasi identico contatto tra Marusic e Di Lorenzo. La ripresa si apre con un gol annullato a Zielinski e un'occasione per Milinkovic-Savic (in leggero fuorigioco) murato da Meret. Sul ribaltamento di fronte, il Napoli cala il tris ancora con Insigne, che batte Reina con un preciso destro. Mertens fa poker al 65' con un tiro sotto la traversa, servito alla perfezione da Zielinski. Con il risultato in cassaforte, i padroni di casa calano inevitabilmente la concentrazione e la Lazio prova a rifarsi sotto con due gol nel giro di 4', tra il 70' e il 74': prima Immobile (bel destro a giro) e poi una punizione di Milinkovic-Savic dimezzano lo svantaggio. Le speranze della Lazio naufragano definitivamente quando Lozano serve a Osimhen (entrambi subentrati) il pallone del pokerissimo.

LE PAGELLE

Insigne 7,5 - Si conferma ancora una volta il trascinatore di questa squadra che, grazie ai suoi 17 gol, può continuare a sognare la Champions. Freddo dal dischetto, astuto in occasione del raddoppio con un destro morbido che non lascia scampo a Reina.

Zielinski 7 - Partita sontuosa del centrocampista polacco, che si vede negare il gol per un fuorigioco e serve a Mertens il pallone del 4-0. Tanta qualità e quantità al servizio della squadra.

Politano 7 - Tra i migliori domenica contro l'Inter, l'esterno d'attacco si conferma anche stasera. Bella la rasoiata che sorprende Reina, utile anche in fase difensiva. Rischia il rigore su Immobile a fine primo tempo.

Milinkovic-Savic 6 - La sua serata parte male con l'intervento scomposto su Manolas che provoca il rigore. Splendida la punizione con cui riporta sotto i suoi, ormai la specialità della casa.

Reina 5 - Serata da incubo nello stadio che per anni lo ha visto grande protagonista. Prende 5 gol e non dà mai la sensazione di infondere sicurezza. Una sciagura per la squadra e per i fantacalcisti.

Leiva 4,5 - Non è in perfette condizioni fisiche e si vede. Va al piccolo trotto e si fa saltare con troppa facilità da Insigne in occasione del 3-0. Farris gli risparmia gran parte del secondo tempo.

IL TABELLINO NAPOLI-LAZIO 5-2

Napoli (4-2-3-1): Meret 5,5; Di Lorenzo 6, Manolas 6,5 (26' st Rrahmani 6), Koulibaly 6,5, Hysaj 6; Fabian Ruiz 6,5, Bakayoko 6,5 (44' st Lobotka sv); Politano 7 (26' st Lozano 6,5), Zielinski 7 (37' st Elmas sv), Insigne 7,5; Mertens 6,5 (27' st Osimhen 6,5). A disp.: Cioffi, Contini, Idasiak, Maksimovic, Mario Rui, Zedadka, Petagna. All.: Gattuso 7

Lazio (3-5-2): Reina 5; Marusic 5,5, Acerbi 5,5, Radu 5,5; Lazzari 6, Milinkovic-Savic 6, Leiva 4,5 (13' st Cataldi 6), Luis Alberto 5 (19' st Pereira 6), Fares 5 (19' st Lulic 6); Correa 5,5, Immobile 6 (38' st Muriqi sv). A disp.: Strakosha, Alia, Patric, Musacchio, Hoedt, Akpa Akpro, Parolo, Caicedo. All.: Farris 5

Arbitro: Di Bello

Marcatori: 7' rig. e 8' st Insigne (N), 12' Politano (N), 20' st Mertens (N), 24' st Immobile (L), 29' st Milinkovic-Savic (L), 35' st Osimhen (N)

Ammoniti: Milinkovic-Savic (L), Manolas (N), Leiva (L), Fabian Ruiz (N), Mertens (N), Immobile (L), Di Lorenzo (N), Pereira (L)

Espulsi: -

Note: -

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Primavera e giovanili

Calcio

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Altri mondi

Altri mondi