Home / Notizie dalle altre squadre / Milan, chiesta condanna di sei anni per il presidente Scaroni

Milan, chiesta condanna di sei anni per il presidente Scaroni

Per il caso Saipem-Algeria

Milan, chiesta condanna di sei anni per il presidente Scaroni

Brutte notizie per Paolo Scaroni, presidente del Milan. Il sostituto Pg di Milano Massimo Gaballo, infatti, ha chiesto una condanna in appello a 6 anni e 4 mesi per il numero uno dei rossoneri. La questione riguarda il caso Saipem-Algeria, dove Scaroni sarebbe coinvolto per presunta corruzione internazionale ai tempi di Eni, di cui l'attuale presidente milanista era vertice. Il processo, giunto al secondo grado di giudizio, si rifersice al presunto pagamento di una 'maxitangente', pari a 197 milioni di euro, con l'obiettivo di far ottenere a Saipem - una partecipata di Eni - appalti da 8 miliardi di euro in Algeria. Lo riferisce l'Ansa.

LA RICHIESTA - Scaroni, lo scorso 19 settembre, era stato assolto dal Tribunale di Milano in primo grado 'per non aver commesso il fatto'. Oggi, tuttavia, la richiesta della procura, che chiede 6 anni e 4 mesi, insieme al manager di Eni, Antonio Vella, e la stessa Eni.

BIANCONERI IN TV

Interviste esclusive

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi

Primavera e giovanili