Home / Notizie dalle altre squadre / Giroud rischia uno stop di un mese

Giroud rischia uno stop di un mese

Ibra chiamato agli straordinari

Giroud rischia uno stop di un mese

Olivier Giroud che abbandona il campo del Wanda Metropolitano a testa bassa e visibilmente preoccupato è l'immagine più brutta della magica serata milanista di Madrid. In attesa del responso degli esami strumentali cui si sottoporrà l'attaccante francese, la prima diagnosi parla di un problema al flessore sinistro, il che, tradotto, significa che per quanto possa essersi fermato in tempo, è probabile che si vada verso uno stop di circa un mesetto che, quindi, lo terrà lontano dai campi fino a gennaio.

La notizia non sarebbe grave quanto in realtà non lo sia effettivamente se non si considerassero due particolari. Il primo: oltre a lui, Pioli ha già perso là davanti anche Ante Rebic, già sicuro di non essere a disposizione fino al nuovo anno. Il secondo: l'unico centravanti che resta disponibile per la volata d'inverno è Zlatan Ibrahimovic, anni 40, giustamente utilizzato fin qui con grande parsimonia e alternato, appunto, alle altre due punte presenti in rosa. Nonostante, insomma, il lavoro fatto sul mercato la scorsa estate per garantirsi, sempre, una prima punta vera, Stefano Pioli rischia di ritrovarsi là davanti nelle stesse condizioni di un anno fa, quando l'assenza di Ibra (allora) lo costrinse a inventarsi ogni volta un centravanti adattato.

Oltre a Ibra, che sarà ovviamente chiamato agli straordinari, ma che comunque si cercherà di gestire per evitare il rischio infortuni, al tecnico rossonero restano Leao, già sovraccaricato di impegni e comunque poco adatto al ruolo di punta centrale, e Pellegri, fin qui restato ai margini e ora necessariamente chiamato a mettere più minuti nelle gambe.

Quello degli infortuni è e resta un tema in casa Milan. Intanto perché la lista è costantemente troppo lunga, quindi perché, di fatto, Pioli non ha mai avuto a disposizione l'intera rosa nell'ultimo anno e mezzo. Un problema che nello scorso campionato gli è costato parecchi punti e che questa volta, con la squadra ampiamente in corsa per lo scudetto, potrebbe costargli il titolo.

BIANCONERI IN TV

Interviste esclusive

I cugini di Gran Bretagna

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi