Home / Notizie dalle altre squadre / Floro Flores: Io ho fatto la gavetta, oggi molti ragazzi giocano in C solo per il premio valorizzazione al club

Floro Flores: Io ho fatto la gavetta, oggi molti ragazzi giocano in C solo per il premio valorizzazione al club

L'ex attaccante dell'Udinese al 'Decameron Rossoblu'

Floro Flores: Io ho fatto la gavetta, oggi molti ragazzi giocano in C solo per il premio valorizzazione al club

Il tema principale e filo conduttore della trasmissione 'Decameron Rossoblu', ideata dal direttore di pianetagenoa1893.net Marco Liguori, è il Genoa. Ma nella chiacchierata tra cuori rossoblu, poi si divaga su tanti spunti che il calcio fornisce. 

Antonio Floro Flores, ospite della puntata di oggi, ha affrontato quello della differenza tra il calcio di oggi e quello di ieri e ha affermato: "Io per guadagnarmi la Serie A ho dovuto fare cinquanta gol in B, Totò Di Natale ha conosciuto la massima categoria a quasi venticinque anni. Ho giocato nell’Arezzo, allenato da Conte e Sarri, ed è stato formativo per il mio futuro. Oggi, invece, molti ragazzi giocano in Serie C solo perché il club deve acquisire il premio valorizzazione: l’anno dopo non giocheranno più. É un’illusione".

Floro Flores ha appena appeso le scarpette al chiodo e ora medita sul suo futuro. A tal proposito, ha raccontato: "Sto facendo il corso da allenatore Uefa B. É il mio obiettivo che voglio raggiungere ma prima voglio capire se sono in grado di farlo perché non mi va di “rubare” dei soldi: in quel caso, preferirei restare a casa e godermi i miei figli. Voglio essere sincero con me stesso". 

E il Genoa? Floro l'ha definita una 'scelta di cuore', per la quale, rivela, ha anche rifiutato la Juventus: "Rifiutai la Juventus per vestire la maglia del Grifone. Mi fece molto piacere l’insistenza di Enrico Preziosi che “intrappolò” il mio procuratore in sede pur di farmi firmare. Fu una scelta di cuore".

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi