Home / Notizie dalle altre squadre / Catania-Roma 4-1. Disastro giallorosso, scudetto bianconero

Catania-Roma 4-1. Disastro giallorosso, scudetto bianconero

Roma demotivata e senza grinta. Il Catania passeggia e spera nella salvezza. Gol di Izco (2), Bergessio e Barrientos. E Totti

Catania-Roma 4-1. E la corsa-scudetto finisce qui. La Juventus è campione d'Italia, la clamorosa sconfitta dei giallorossi (dopo 9 vittorie consecutive) significa la matematica certezza del trionfo bianconero ed è anche il vessillo-salvezza che il Catania può sollevare. La partita ha avuto una storia a senso unico. Roma orribilmente distratta, due gol di Izco al 26' e al 34', la rete di Totti tre minuti dopo, il botto di Bergessio all'11' st Poi è Barrientosal 34' st a sigillare il 4-1 finale.

LA PARTITA
Il primo tempo ha un sapore strano. Di una Roma che abdica -così sembra- al suo ruolo di antagonista (della Juve) e di un Catania molto normale, come ci si attende. Sono glispiccioli di salvezza che si giocano, i siciliani: a loro serve vincere, non altro. Non c'è Gervinho, panchina in avvio, e il modulo-Garcia funziona con una o due marce meno di quelle solite, tant'è che Garcia stesso annota appunti su appunti e le immagini dicono quanto sia indispettito dal tran tran dei suoi.

Un diagonale di Florenzi, dopo 18', è il primo sospetto di azione-gol dei vicecampioni d'Italia, padroni di un possesso-palla senza qualità, e senza spunti letali. Al Catania non può che piacere una Roma così, perdipiù distratta nel distribuirsi in difesa. Così dopo un accenno di Bergessio (para De Sanctis), ecco il gol (26') in perfetto stile di contropiede:Leto di tacco serve Izco che arriva da dietro, sinistro sul primo palo che spiazza coglie in controtempo De Sanctis. I difensori romanisti stanno altrove.
Vantaggio che non cambia i connotati del match. La Roma sta sempre fuori dalla partita, e un altro contropiede la punisce: è Castro a servire l'assist per l'imprendibile Izco (34') e il destro in diagonale non dà scampo a De Sanctis: 2-0. Garcia chiama dalla panchinaGervinho, e prima del suo ingresso ecco il lampo di Totti (assist di Florenzi) che al 37' riapre -se possibile- i dubbi sull'esito del match. E' il gol del 2-1 e con l'arrivo di Gervinho al posto di Taddei può essere che la Roma ridiventi Roma. O no?
PIù no che sì. Almeno a giudicare dall'approccio dopo il riposo. Che sembra addolcire i giallorossi, anziché avvelenarli. Tant'è che al 11' st ecco che il volo del Catania riprende a essere tale: il tiro di Leto dal limite è respinto da De Sanctis e sul pallone c'è solo Bergessio che si avventa. Di difensori romanisti solo l'ombra, siamo 3-1 e la doppia sentenza si materializza: lo scudetto è della Juventus, la salvezza è ancora un gioco nel quale il Catania può avventurarsi. E sperare.
Dentro Bastos e Bernatia, quest'ultimo per il sofferente Castan. Dentro qualcosa di più in senso offensivo. Ma a quel punto fare del male al Catania è quanto mai difficile. Pellegrinoalza un doppio muro di protezione, fa entrare Plasil per Leto e si gode questo inatteso pomeriggio di punti (servono i punti, non la gloria). 
Alla Roma di oggi non niente e nessuno per rianimarsi. Al Catania di oggi serve anche il gol numero quattro, gran tiro di Barrientos dal limite al 34' st, per celebrare il 4-1. La salvezza che sembrava compromessa, ora fa parte delle carte che la squadra può giocarsi.Buona fortuna.

IL TABELLINO
CATANIA-ROMA 4-1
CATANIA (4-3-3):  Frison; Peruzzi, Rolin, Gyomber, Monzon; Izco, Rinaudo (43' st Lodi), Barrientos; Leto (20' st Plasil), Bergessio, Castro (37' st Biraghi). A disp: Ficara, Cabalceta, Capuano, Garufi, Fedato, Keko, Boateng, Caruso. All. Pellegrino
ROMA (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Romagnoli, Castan (12' st Benatia), Dodò; Pjanic, De Rossi, Taddei (38' pt Gervinho); Florenzi, Totti, Ljajic (12' st Bastos). A disp: Lobont, Skorupski, Torosidis, Marin,  Mazzitelli, Pellegrini, Ricci. All. Garcia
ARBITRO: Banti
MARCATORI: 26' Izco (C), 34' Izco (C), 37' Totti (R), 11' st Bergessio (C), 34' st Barrientos
AMMONITI: Rinaudo (C), Dodò, Romagnoli, Gervinho (R)
ESPULSI: --

Articoli correlati

BIANCONERI IN TV

Interviste esclusive

I cugini di Gran Bretagna

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi