Home / Notizie dalle altre squadre / Anticipo Cagliari-Torino 4-2

Anticipo Cagliari-Torino 4-2

Zenga sogna l'Europa

Anticipo Cagliari-Torino 4-2

Seconda vittoria consecutiva per il Cagliari che dopo il blitz in casa della Spal cala il poker col Torino e aggancia il Verona in classifica nelle zone alte, quelle che profumano di Europa. Troppo forte l'impatto degli isolani sugli avversari, con un doppio vantaggio che i granata non sono mai riusciti a recuperare nonostante metà ripresa giocata all'assalto, spento definitivamente dal sigillo finale di Joao Pedro dal dischetto. La squadra di Longo resta a distanza di (non troppa) sicurezza dalla zona retrocessione, sei punti davanti al Lecce.

La sblocca Nandez, Simeone infierisce, Cragno blinda

Zenga cambia: Cragno tra i pali, alternanza con Olsen, Ceppitelli che torna a comandare la difesa con il giovanissimo Carboni (2001) ad esordire da titolare dopo i sessanta secondi giocati contro la Spal, rientro per Nainggolan e Lykogiannis a sinistra per Pellegrini. Meno cambi per Longo che senza Zaza avanza Berenguer a supporto di Edera e Belotti. Un tacco di De Silvestri al volo in area, una conclusione di Joao Pedro poco lontana dal palo sono le prime schermaglie, poi la partita si sblocca: è il 12', angolo per il Cagliari, palla respinta dalla difesa al limite dove Nandez al volo si inventa un destro vincente imparabile per Sirigu. Torino che prova a scuotersi ma che viene infilato in contropiede cinque minuti dopo: Lykogiannis innescato sulla sinistra si invola e mette al centro per Simeone che non perdona, gol prima annullato per offside e poi convalidato grazie al Var. Terzo centro consecutivo del Cholito e granata alle corde, con Cragno che si fa trovare pronto a respingere l'unica grande occasione per la squadra di Longo opponendosi a Belotti a ridosso dell'area piccola. Nainggolan torna, segna e lancia il Cagliari di Zenga: che poker al Torino!Nainggolan torna, segna e lancia il Cagliari di Zenga: che poker al Torino! Nainggolan spietato, tris. La riaprono Bremer e Belotti, la richiude Joao Pedro Si riparte e il Cagliari trova subito il tris, percussione centrale di Nainggolan e sinistro che passa sotto le gambe di Nkoulou per poi infilarsi all'angolino basso. Partita finita? Neanche per sogno, i sardi si spengono e i granata risorgono: Ansaldi, appena entrato, crossa per Aina che serve l'assist a Bremer per il 3-1, poi è Belotti che al volo tutto solo in area non perdona e firma il 3-2 al 65'. Zenga, preoccupato, pesca dalla panchina il jolly: entra Pellegrini che si guadagna subito un rigore, dal dischetto Joao Pedro non perdona e mette a segno il suo 17° gol in Serie A, stagione mostruosa per il brasiliano. Finale con gli ultimi cambi e Torino alla ricerca del gol che riaprirebbe di nuovo la sfida, il Cagliari respinge i tentativi avversari e regala a Zenga la seconda vittoria consecutiva con sguardo all'orizzonte di un'Europa non lontanissima, il Torino torna a guardarsi preoccupato le spalle.

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi