Home / Mondiali / Croazia ai quarti: ai rigori battuta la Danimarca

Croazia ai quarti: ai rigori battuta la Danimarca

Ora affronterà la Russia

Croazia ai quarti: ai rigori battuta la Danimarca

La Croazia ha battuto per 4-3 dopo i calci di rigore la Danimarca ed è così approdata ai quarti di finale di Russia 2018. La Croazia passa dopo 120 minuti battendo ai calci di rigore la Danimarca ed approda ai quarti di finale di Russia 2018, dove affronterà proprio i padroni di casa. Nei tempi regolamentari a segno M. Jorgensen e Mandzukic. Ai calci di rigore l'eroe è Subasic, che neutralizza ben tre calci di rigore.

 Inizio al cardiopalma: una papera di Subasic manda avanti la Danimarca, raggiunta tre minuti dopo da Mandzukic, lesto a sfruttare una goffa respinta di Dalsgaard. Ristabilità la parità, il match prende i suoi prevedibili binari, coi biancorossi a creare gioco e gli scandinavi intenti a ripartire, una volta recuperata palla, sfruttando la qualità di Eriksen. Il trequartista del Tottenham sfiora un goal da urlo al 42' con un tiro-cross che scheggia la traversa. Al 2-1 ci va però più vicina la Croazia con un'azione prolungata di Perisic (destro alto sopra la traversa sull'uscita a valanga di Schmeichel) e con un sinistro rasoterra di Rakitic, parato in presa bassa dal numero 1 del Leicester. La seconda frazione di gioco vede entrambe le squadre troppo rinunciatarie e poco propense a scoprirsi e lasciare spazio agli avversari. Ne derivano ritmi bassi e poche emozioni: i maggiori pericoli li crea Yussuf Poulsen, che con le sue giocate sulla fascia destra mette più di un buon pallone in area di rigore.

Il Ct croato per dare nuova linfa inserisce Kovacic per il deludente Brozovic, ma di significativo da qui al triplice fischio finale dell'arbitro c'è solo un destro di Rebic respinto coi pugni da Schmeichel. Si arriva così ai tempi supplementari. La Danimarca ci prova con le rimesse laterali-corner battute da Knudsen e la vivacità di Pione Sisto (vicino al goal con un destro a giro). L'eroe dei 30 minuti extra è però indubbiamente Schmeichel, che neutralizza il penalty battuto da Modric e concesso per un fallo di M. Jorgensen su Rebic (lanciato a rete proprio da uno splendido lancio del madridista). La lotteria dei rigori premia però il collega Subasic, capace di neutralizzare le conclusioni di Schone, Eriksen e Nicolai Jorgensen. Ci pensa così Rakitic (dopo altre due parate di Schmeichel su Pivaric e Badelj) a portare la Croazia ai quarti di finale della competizione.

I GOAL

2' M. JORGENSEN 0-1 - Mischia in area di rigore, destro rasoterra che viene spinto in rete da un goffo intervento di Subasic.

4' MANDZUKIC 1-1 - Favorito da un rimpallo (Dalsgaard tira la palla addosso a Christensen), il croato batte Schmeichel con un potente destro ravvicinato.

I MIGLIORI

CROAZIA: SUBASIC Riscatta la papera commessa in occasione del vantaggio danese con ben tre rigori parati (Erkisen, Schone e Nicolai Jorgensen).

DANIMARCA: SCHMEICHEL Tiene in vita i suoi oltre il 120' con il rigore neutralizzato a Modric e fa altrettanto parando altri due rigori, che purtroppo non bastano per la qualificazione.

I PEGGIORI

CROAZIA: PERISIC Mai pericoloso e spesso estraneo alla manovra offensiva, viene giustamente sostituito nel momento decisivo del match.

DANIMARCA: CORNELIUS Schierato al posto di N. Jorgensen, si limita a qualche buona sponda ma non tira mai in porta.

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi