Home / Lega Pro / Di Carlo:"Punto giusto ma voglio vedere più lucidità e concretezza sotto porta"

Di Carlo:"Punto giusto ma voglio vedere più lucidità e concretezza sotto porta"

L'allenatore neroverde in conferenza stampa

Di Carlo: Punto giusto ma voglio vedere più lucidità e concretezza sotto porta

L'allenatore neroverde Mimmo Di Carlo ha parlato in conferenza stampa dopo il pareggio contro il Renate.

Quale giudizio sul punto conquistato?

"Siamo ripartiti, dopo una sconfitta, cercando di mettere in campo le nostre qualità contro una buona squadra. Ritorniamo a casa con un punto, anche se devo dire che entrambe le squadre avrebbero potuto vincere la partita. Il Renate ha avuto più predominio tecnico, ma le occasioni più importanti le abbiamo avute noi. Peccato, comunque lo 0-0 é giusto".

All'inizio la grande occasione di Piscopo poteva indirizzare la partita?

"Sì. Anche l'occasione di Candellone é stata importante, l'avevamo studiata così. Chiaro che il Pordenone mi é piaciuto, faccio i complimenti a Bruscagin perché é da due mesi che si allena da solo e oggi ha fatto una partita da grande professionista. La squadra ha fatto ciò che doveva fare, dobbiamo comunque giocare meglio". 

Tutti mettono il proprio mattoncino, nonostante le assenze.

"Assolutamente. Eravamo in emergenza, ma chi é sceso in campo ha fatto una buona partita. C'è bisogno di un pò più lucidità nel gioco e concretezza quando ci capitano le occasioni".

Avete protestato molto sull'episodio di inizio ripresa su Candellone.

"Di rigori non bisogna parlare. Dobbiamo migliorare il nostro gioco facendo di più. Poco da dire sul rigore, dobbiamo essere più bravi a portare gli episodi dalla nostra parte con più gioco e più occasioni".

Nel finale di partita si attendeva il gol da una parte o dall'altra?

"Tutte due le squadre potevano segnare. Noi abbiamo avuto le nostre occasioni. Peccato. Portiamo a casa il punto e ci prepariamo per la Coppa Italia e per la sfida con l'Arzignano per conquistare i tre punti in casa nostra".

Continua la striscia positiva del Pordenone in trasferta. 

"Sì, la striscia continua, però vorrei vedere più coraggio e più gioco per cercare di portare a casa i tre punti. Complimenti ad entrambe le squadre, noi ci abbiamo provato fino alla fine".

Adesso due impegni come la Coppa Italia e l'Arzignano.

"L'obiettivo é il passaggio del turno in coppa e la vittoria contro l'Arzignano. L'importante é non perdere altri giocatori per infortunio. Cinque titolari fuori non si possono regalare. Questo è un Pordenone costruito bene, per stare nelle parti alte della classifica. Adesso dobbiamo ripartire cercando la vittoria in casa che ci manca". 

Conferenze stampa

Vita da Club

Primavera e giovanili

I cugini di Gran Bretagna

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio