Home / L’opinione / Tu quoque, Guido

Tu quoque, Guido

Perché, Guidolin, fai così? Con chi ce l’hai? Ma ci sei o ci fai?

Tu quoque, Guido

Negli ultimi mesi in quanti di voi hanno esclamato ”Ma che cosa sta facendo?” guardando le formazioni schierate dal mister e le sostituzioni durante la partita?

In quanti di voi leggendo le dichiarazioni da funerale, le uscite dissennate e gli attacchi al pubblico hanno invece pensato:”Ma che cosa sta dicendo?”

Io, ammetto, ho utilizzato espressioni più volgari. Mi dà l’impressione di voler andare apposta controcorrente.

 

Perdiamo malamente il derby con il Verona, poi vinciamo con una bella prestazione in coppa contro l’Inter e lui dichiara che abbiamo giocato meglio con gli scaligeri.

 

Pur di non schierare Pinzi insiste per mesi con un Lazzari palesemente fuori forma e lo elegge spesso come migliore in campo non capendo che è così che si rovina un giocatore. Ora Lazzari è fischiato anche dalle cassiere del supermercato per le sue scelte alimentari.

 

Dopo un secco 0-3 in casa con l’Inter si arrabbia con il pubblico bianconero, ovviamente non felice di quel bel risultato, e lo apostrofa come incivile. È vero, il pubblico udinese non è così appassionato ed istintivo come quello di Genova, che, in quella famosa partita contro il Siena, fu tanto caloroso da obbligare i giocatori a togliersi la maglia per “l’afa che faceva al Marassi”.

 

Tra formazioni sbagliate e cambi tardivi Guidolin sta collezionando errori tecnici come facevo io alle elementari con le figurine degli Sgorbions.

All’andata Lazio/Chievo/Atalanta/Milan/Roma/Inter/Catania/Torino/Verona e Sampdoria…al ritorno Lazio/Parma/Genoa.

Guidolin cambia i trequartisti alle spalle di Di Natale come Rocco Siffredi fa con le partners nei suoi film d’essai.

 

Abbiamo raggiunto la semifinale di Coppa Italia con i calciatori che lui reputava seconde linee, perché si doveva pensare al campionato, e poi ha schierato a Firenze la sua formazione “tipo” che dopo 10 minuti era già virtualmente eliminata.

 

Per carità, l’errore lo puoi compiere, però ci devi porre rimedio. Invece no, lui non lo fa.

La colpa è sempre degli altri. Avversario più forte, squadra giovane, troppe partite, troppe poche partite, condizioni meteo, oroscopo contrario, pranzo pesante...

 

Io la butto sul ridere, ma una grande parte dei tifosi veramente crede che Guidolin veda cose che noi esseri umani non possiamo immaginarci.

 

Perché, Guidolin, fai così? Con chi ce l’hai? Ma ci sei o ci fai?

 

Quousque tandem abutere, Guido, patientia nostra?

Fino a quando dunque, Guido, abuserai della nostra pazienza?

BIANCONERI IN TV

Interviste esclusive

I cugini di Gran Bretagna

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi