Home / L’opinione / Il Mondiale rende Totò super motivato (Di Gigi Turci)

Il Mondiale rende Totò super motivato (Di Gigi Turci)

L'ex portiere bianconero scrive in esclusiva a Udineseblog dei temi suggeriti dalla gara con il Bologna

Il  Mondiale rende Totò super motivato (Di Gigi Turci)

A decidere la gara con il Bologna sono state due perle dei capitani Diamanti e Di Natale.Il rossoblu ha calciato alla perfezione la punizione sulla quale Kelava nulla poteva fare. D'altro canto, lo si sapeva che i calci piazzati sono la specialità di Diamanti. Ho letto però che qualcuno ha incolpato l'estremo difensore bianconero di non esserci arrivato. Forse Kelava é talmente stimato da alcuni che lo credono Superman, che proprio questi si aspettavano che la prendesse. Scherzi a parte, complimenti a Diamanti!

Stavolta la difesa non ha sofferto sia perché ci ha messo tanta attenzione, sia perché il Bologna non si é presentato con un reparto avanzato tale da creare problemi: Bianchi e Moscardelli sono due giocatori molto simili, forti fisicamente e di testa, ma non attaccano la profondità e non sono veloci. Insomma tutto abbastanza facile per la retroguardia bianconera.

Il protagonista, per il traguardo che andava a raggiungere, era però Totò Di Natale. E ha potuto festeggiare davvero bene, con un gol che può sembrare facile, ma non lo é. E' lui che lo ha fatto sembrare tale. Di Natale é stato bravo a calciare al volo, arretrare e mettere la palla sotto la traversa. Un bel gesto da un atleta che non é ancora al top, lo si vede. Ma se pur non essendo al meglio, riesce ad essere decisivo...c'è di che essere ottimisti!

Lui punta al Mondiale, non ne fa mistero. Personalmente credo che per classe, capacità tecnica ed esperienza vada tenuto in considerazione. C'é da dire che però la stagione é ancora lunga e bisogna vedere come procede. Questo obiettivo comunque dà a Totò una grande motivazione: per lui é l'ultima possibilità di andare ad un Mondiale e ha tutte le carte per farcela.

All'Udinese può contare su un Muriel che salta l'uomo facilmente e propone assist al bacio: un supporto importante per il capitano.

Sabato si va a Verona, contro il Chievo: i gialloblu a Parma avrebbero meritato più del pari, ma con Napoli e Lazio hanno preso 7 gol, pur non avendo giocato male. Mi sembra che la squadra di Sannino debba ancora trovare la quadratura; l'assetto non é più quello dell'anno scorso: tanti gol in due partite il Chievo non li avrebbe presi.

Articoli correlati

BIANCONERI IN TV

Interviste esclusive

I cugini di Gran Bretagna

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi