Home / L’opinione / Guidolin non cambierà mai assetto

Guidolin non cambierà mai assetto

L'ex allenatore dell'Udinese spiega il motivo della filosofia tattica di Guidolin

Guidolin non cambierà mai assetto

L'Udinese ha sette punti ed é bastata una vittoria per proiettarla in quelle che ormai, per l'ambiente, sono posizioni 'più consone'. Ma manca ancora la serenità se Guidolin, a fine partita, torna sui fischi ricevuti e attacca dicendo che 'si vede che la passione nei miei confronti sta finendo'. Uno sfogo che ha disorientato i tifosi e che ha dato argomenti di discussione. Dalla parte del mister, oltre a Gianpaolo Pozzo, si schiera anche mister Fedele che afferma sicuro:

"Ormai questo allenatore ha trovato la soluzione tattica che gli é congeniale, crede di aver raggiunto la perfezione con questo tipo di gioco e non lo cambierà mai. Ci ha messo troppi anni per trovare un sistema che gli dà garanzie di risultato. Con il suo 3-5-1-1, nonostante il gioco non sia spettacolare (a dire la verità mi pare noioso) é riuscito a fare anche in questo inizio di campionato 7 punti in un campionato che giustamente definisce difficile. Lui va sul sicuro, non cambierà mai. In fondo é un conservatore, ha creato un giocattolo che funziona e ha un Di Natale che continua a reggerlo".

Ma così costringe Muriel a giocare fuori ruolo: "E' vero che Muriel non é un trequartista e questo potrebbe essere un problema. Ma la soluzione potrebbe essere l'alternanza: Di Natale gioca in casa e Muriel in trasferta. Se si vogliono vedere in campo due attaccanti e una mezza punta bisogna cambiare allenatore, perché lui non ci crede, non gli si può chiedere di adottare una filosofia diversa. E all'Udinese va bene così, perché comunque alla fine lui i 40 punti li porta sempre a casa; e anche di più. Sono sicuro che anche quest'anno arriverà ai 60 punti".

Ma allora la storiella dei 40 punti? Ci crede davvero o é una dichiarazione scaramantica? "Secondo me é una barzelletta. Lui punta più in alto e secondo me ci arriverà perché ha raggiunto la perfezione nel suo assetto tattico. Anche se in allenamento prova soluzioni diverse, in partita va sul sicuro. E non gli si può dire niente, perché alla fine i risultati gli danno ragione".

Articoli correlati

BIANCONERI IN TV

Interviste esclusive

I cugini di Gran Bretagna

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi