Home / L’opinione / Guidolin aveva preparato perfettamente la sfida alla Roma, ma..(Di Gigi Turci)

Guidolin aveva preparato perfettamente la sfida alla Roma, ma..(Di Gigi Turci)

E sull'esultanza di De Sanctis: se voleva riavvicinarsi ai tifosi friulani, poteva risparmiarsela

Guidolin aveva preparato perfettamente la sfida alla Roma, ma..(Di Gigi Turci)

L'Udinese é uscita sconfitta dalla sfida con la Roma. Un risultato difficile da capire, visto che l'Udinese aveva fatto la prestazione: però il calcio é illogico, lo sappiamo. Per fortuna alla lunga raccogli ciò che semini, ma in una gara secca non sempre accade. L'Udinese nel primo tempo meritava il vantaggio per le occasioni e il gioco creato. Per assurdo la Roma si é vista dopo l'espulsione: quando é rimasta in dieci si é compattata, ha abbassato il baricentro, si é chiusa di più e ha lasciato davanti i più veloci. E ha trovato quel gol che ha gelato i friulani, una prodezza che ha dimostrato che alla Roma in questo momento gira tutto bene. Ma la partita, fino a quel momento, era incanalata sullo 0-0. Peccato, perché se é vero che la Roma ha qualità, e le nove vittorie di fila lo testimoniano, é anche vero che in alcune occasioni, ad esempio contro Inter, Napoli e Udinese, é stata aiutata anche dalla buona sorte.

Vista da fuori, però, nel momento in cui loro sono rimasti in dieci ci si aspettava una Udinese che osasse di più: da qui l'idea che Maicosuel andasse inserito prima. Sicuramente Guidolin, alla fine,  é stato il primo a rendersene conto.

Peccato! E' sempre meglio perdere per rischiare di vincere. Ma credo che ci sia talmente tanta stima in Guidolin, che ci si aspetta sempre che lu faccia tutto alla perfezione.

Qualcuno, come al solito, ha incolpato Kelava sul gol di Bradley. Premesso che credo che non sia giusto puntare l'indice sul portiere, visto che sono altre le occasioni in cui é palese l'intervento sbagliato (vedi Buffon contro la Fiorentina), é vero che lui si é fatto cogliere in controtempo perché non ha spinto sul piede d'appoggio (il destro), ma con il sinistro e non si é potuto quindi allungare bene. Teniamo però presente la stazza di Kelava, che con il suo 1,95 di altezza e i 90 kg di peso ha una reattività limitata.

Rimanendo in tema portieri, ha suscitato disapprovazione l'incontenibile esultanza dell'ex De Sanctis. Il suo é un caso particolare e le motivazioni di quanto accaduto probabilmente partono da lontano. C'è da dire che quanto successo in passato, però, può essere visto da tante angolazioni e che a seconda di come lo vedi puoi dare torto o ragione a una o all'altra parte. La sua esultanza é stata un mix di emozioni:
1. La tensione accumulata per i fischi durante tutta la partita, cosa che non fa certo piacere;

2. la tensione per una partita tiratissima, sempre in bilico e con un finale incandescente;

3. La vittoria e la gioia conseguente.

Tutto questo ha generato quella esplosione finale.

Certo che, se come aveva annunciato alla vigilia, voleva davvero tendere la mano ai tifosi friulani, non si é certo comportato in maniera tale da cercare un riavvicinamento e quel gesto se lo poteva risparmiare. Posso capire l'esultanza di una vittoria sofferta, ma poteva evitare di esprimerla pubblicamente..

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi