Home / L’opinione / E' davvero solo una questione di testa?

E' davvero solo una questione di testa?

Per Guidolin sì, ma la squadra appare anche 'spenta'

E\u0027 davvero solo una questione di testa?

Non è una questione fisica, ma mentale. L’Udinese non gira e il suo tecnico e mentore, Francesco Guidolin, sostiene con fermezza che la condizione della sua squadra non è un problema. La prova? Col Chievo si è chiuso in avanti.

Peccato però che dagli spalti la sensazione avuta non sia proprio di una sola e semplice questione mentale. Certo, anche questa ha la sua valenza, ma quando le gambe non girano bene, anche la mente non è lucida. 

Impossibile fare un rapporto tra le due componenti, ma alcuni giocatori non sono decisamente in palla. La difesa, soprattutto, traballa: Danilo è l’ombra del giocatore ammirato la stagione scorsa, le riserve (Bubnjic) non sono ancora all’altezza, Heurtaux alterna buone cose a errori abbastanza grossolani.

La mediana, forse, va ancora peggio: mancano verticalizzazioni, manca il gioco sulle fasce che ha regalato gioco (e punti).

questo si ripercuote davanti, dove palloni giocabili ne arrivano pochi. Tant’è che Di Natale nella ripresa doveva tornare spesso a raccogliere la sfera sulla trequarti , per poi impostare.
E’ solo, quindi, un problema di testa?

Forse Guidolin, come sempre, vuole accollarsi colpe che non sono solo sue. O meglio, sono anche sue.

BIANCONERI IN TV

Interviste esclusive

I cugini di Gran Bretagna

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi