Home / L’opinione / Che spettacolo orrendo!

Che spettacolo orrendo!

La sconfitta nella mediocrità assoluta

Che spettacolo orrendo!

Fortunatamente c’è chi sta peggio! Eh sì, l’Udinese si salverà, ma anche perché ci sono dietro almeno tre squadre peggiori. Non è un bel presupposto, anche perché più in generale dopo aver assistito al derby Triveneto, viene da chiedersi quale sia il valore della Serie A. Juve a parte (che in Europa è uscita dalla Champions), c’è il nulla. Due o tre squadre di alta classifica non trascendentali, poi l’ammasso di mediocrità, nella quale l’Udinese ci sguazza a suo agio.

I bianconeri ancora una volta perdono l’occasione per crescere, per darsi quella continuità che è sempre mancata. La brutta sensazione è che dopo aver vinto una gara chiave (Sassuolo o Livorno) ci si rilassa in chissà quali pensieri astrusi e lontani. 

Guidolin, che ha ricevuto fiducia a più non posso, non ha ancora trovato il bandoli della matassa, la sua squadra appare sempre uguale a sé stessa, con gli stessi problemi, primo fra i quali Totò Di Natale. L’uomo del 2013 riparte dalla stessa mediocrità con la quale aveva finito l’anno precedente, ma la colpa è di chi lo tiene in campo. Anche se, onestamente, almeno finché non si sente a posto, dovrebbe essere lui a chiedere un time out.

nerlla mediocrità generale ci mettiamo l’arbitro: Braschi, alla sua ultima stagione da designatore, tira fuori dal cilindro un quasi esordiente che vuole fare il protagonista per una gara così sentita e delicata. Complimenti a tutti, lo spettacolo continua.

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi