Home / L’opinione / 21 grammi

21 grammi

Qual è il peso dell'anima di una squadra? Quello dell'Udinese non è solo la somma di quanto visto contro la Fiorentina

21 grammi

Qualcuno ha sostenuto che il peso dell'anima sia di 21 grammi. Ma quanto pesa l'anima di una squadra? E' difficile dirlo, perché è un'insieme di componenti. Prendiamo la vittoria dell'Udinese contro la Fiorentina: si dice che l'anima della squadra sia stata la forza fisica ritrovata, c'è chi sostiene che il modulo sia stato il cardine di tutto, chi - invece - dà merito a Pereyra o Fernandes. Ma nell'anima le sfumature sono tante, a volte confuse.

L'anima più bella della vittoria di Domenica, è stata la difesa a spada tratta di Guidolin verso Lazzari, che ha fatto una delle migliori gare di quest'anno, ma per qualcuno è oggetto da fischiare sempre. L'obiettività, si sa, nel calcio non è di casa. La passione a volte rende ciechi, a volte - invece - si cercano comunque capri espiatori per cercare di ridimensionare le colpe di tutti.

Quando Guidolin in mix zone ha preso la parola difendendo il suo giocatore è venuta fuori un'anima diversa, più umana. Ricordando però che il peso dell'anima dev'essere uguale per tutti: per cui se quegli undici in campo ieri ci hanno messo i 21 grammi in più necessari a portare a casa un risultato importante, ora serve moltiplicarli. Senza pregiudizi: Guidolin l'anno scorso tenne fuori Maicosuel per una stagione dopo l'errore col Braga. Oggi Zielinski, Merkel, Nico Lopez appaiono ancora oggetti misteriosi, un corpo estraneo nell'anima di questa squadra ancora in cerca di identità. Perché non è una vittoria che scaccia tutto quanto. La buona prestazione è l'inizio di qualcosa da scrivere, non di certo l'epilogo.

Ma serve che oltre a quello che si è visto, ci sia dell'altro: una squadra non ha certamente solo undici anime, la sua forza è data dall'unicità di intenti, dallo spirito di gruppo, dalla coesione, dalla forza di saper essere un gruppo. Facile dirlo a parole in conferenza stampa, più difficile - forse - trovare la soluzione quando devi parlare in faccia a trenta elementi. 

Il lato umano che Guidolin ha mostrato con Lazzari è la cosa più bella della giornata, ma ora serve ritrovare quella che è considerata la seconda linea, i riservisti, quelli che dovranno dare 21 grammi in più quando chiamati in causa, ma che per ora - per un motivo o l'altro - non si sono espressi. Perderli significherebbe vendere l'anima al diavolo per portare avanti, rischiosamente, solo pochi eletti.

La squadra ha grosse potenzialità, da quest'esate lo scriviasmo. Serve aggiunege peso però alla prestazione, all'anima vista contro la Fiorentina. 21 grammi, a volte non bastano, non sono tutto.

Articoli correlati

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi