Home / L’avversario di turno / Gazzetta dello sport: Verona, viva la sosta

Gazzetta dello sport: Verona, viva la sosta

Verdi rimesso a nuovo per svoltare davanti

Gazzetta dello sport:  Verona, viva la sosta

C'è una squadra, il Verona, per cui la sosta cade a pennello. Il gruppo di Cioffi ha palesato diverse criticità e i 5 punti in classifica lo testimoniano. Adesso, prima della sfida all'Udinese, c'è tempo per cercare di riorganizzarsi. La Gazzetta dello sport parla di "Pausa utile al tecnico anche per migliorare l’inserimento degli ultimi arrivi di mercato, per contare su di loro appieno e averli in una condizione più solida. In particolare, è il caso di Simone Verdi. A Firenze, per lui, il debutto con l’Hellas. Il suo impatto è stato immediato: il passaggio che ha smarcato Kallon in profondità è stato un colpo di talento che ha dato al Verona l’unica chance per cogliere il pareggio. L’uscita di Terracciano ha azzerato l’occasione, ma Verdi ha fatto capire quanto possa essere determinante per rendere imprevedibile un Verona che, finora, poco lo è stato. Una considerazione, questa, che ha sottolineato più volte Cioffi: per l’allenatore, si tratta di un giocatore determinante. C’è, però, da aspettare, perché Verdi si è allenato a parte per 24 giorni, al Torino, per poi andare in prestito (con diritto ed obbligo di riscatto) all’Hellas. Tempo da recuperare, uno stato di forma che va ricalibrato. Il Verdi visto per uno spezzone di gara con la Fiorentina è un’anticipazione di quel che chiede Cioffi. Inoltre, il suo innesto consentirà al Verona di tornare al 3-4-2-1, ossia al modulo con il doppio trequartista che tanto ha dato al Verona, con altri interpreti, nell’ultimo triennio".

Conferenze stampa

Vita da Club

Primavera e giovanili

I cugini di Gran Bretagna

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio