Home / L’avversario di turno / Cioffi: "C'è da lavorare, la sosta non può farci che bene"

Cioffi: "C'è da lavorare, la sosta non può farci che bene"

Il tecnico del Verona dopo la sconfitta a Firenze

Cioffi:  C\u0027è da lavorare, la sosta non può farci che bene

Cinque punti in 7 partite, frutto di 1 vittoria, 2 pareggi e 4 sconfitte. Ko arrivati equamente in casa (2) e in trasferta (2). Sei gol fatti e 13 subìti. E' questo il Verona di Gabriele Cioffi che lunedì 3 ottobre alle 20,45 attende l'Udinese al Bentegodi. Non certo il cammino che la società sperava, tanto che in settimana dovrebbe esserci un confronto con l'allenatore toscano. Nel frattempo, dopo il ko a Firenze, Cioffi ha parlato così: "Credo che nel primo tempo non siamo stati brillanti in fase di costruzione della manovra: se davanti non tieni un pallone fai fatica. Nonostante questo abbiamo concesso un gol dopo un fallo laterale e questo non puoi permettertelo. Lasagna? Non è stato all'altezza. La classifica? So solo che abbiamo avuto un inizio in salita e che ci siamo trovati a gestire situazioni più grandi di noi, anche dal punto di vista ambientale. Ma la responsabilità è nostra: dobbiamo migliorare, tutti noi, senza scuse. Ripeto, nel primo tempo ci siamo mandati fuori giri da soli, però anche nella ripresa non siamo riusciti a pungere. C'è da lavorare e in tal senso la sosta non può che farci bene".

Conferenze stampa

Vita da Club

Primavera e giovanili

I cugini di Gran Bretagna

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio