Home / L’avversario di turno / Andrea Bonatti:"Lo Spezia gioca meglio quando non fa calcoli. A Udine un punto farebbe comunque comodo"

Andrea Bonatti:"Lo Spezia gioca meglio quando non fa calcoli. A Udine un punto farebbe comunque comodo"

Il collega Andrea Bonatti del quotidiano "Città della Spezia" presenta la sfida di domani

Andrea Bonatti: Lo Spezia gioca meglio quando non fa calcoli. A Udine un punto farebbe comunque comodo

Il collega Andrea Bonatti del quotidiano Città della Spezia presenta, in esclusiva per Udineseblog, la partita di domani contro l'Udinese.

"Lo Spezia di oggi è una squadra vicinissima a tagliare il traguardo della salvezza, ma d’altra parte piuttosto stanca dopo una stagione lunga e tribolata. Iniziata con un’estate di fatto persa a causa del focolaio covid nello spogliatoio, che ha acuito il ritardo accumulato a causa dell’addio repentino di Vincenzo Italiano, il quale ha lasciato il club, poche settimane dopo aver rinnovato il contratto, il 30 giugno 2021. Da allora è iniziato un processo di ricostruzione e amalgama di un gruppo molto giovane, l’età media è la più bassa di tutta la serie A, e molto internazionale per la difficoltà di convincere i calciatori italiani visto il blocco del mercato imposto dalla FIFA. Oggi la squadra di Motta cerca gli ultimissimi punti per la salvezza matematica, ma potrebbe già essere salva domenica anche con una sconfitta, nel caso in cui Genoa e Cagliari non dovessero battere rispettivamente Napoli e Inter. A Udine dovrebbe scendere in campo con il doppio mediano, vista l’indisponibilità della mezzala Bastoni, e con Agudelo dietro a Manaj con il ruolo di supporto alla punta e di uomo pressing. Verde è sicuramente il calciatore tecnicamente più dotato, mentre in difesa Erlic e Nikolaou hanno trovato un’intesa che da gennaio si è rivelata fondamentale per limitare i passivi importanti subiti nel girone d’andata. Allo Spezia un pareggio sarebbe molto comodo, ma la squadra di Motta durante tutta la stagione ha dimostrato di rendere al meglio quando gioca senza fare troppi calcoli. Probabile formazione (4-2-3-1): Provedel; Armian, Erlic, Nikolaou, Reca; Maggiore, Kiwior; Verde, Agudelo, Gyasi; Manaj". 

I cugini di Gran Bretagna

Primavera e giovanili

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi