Home / Interviste esclusive / Scuffet: nessun rammarico, a Spezia per crescere

Scuffet: nessun rammarico, a Spezia per crescere

Il portiere friulano venerdì sarà al 'Friuli' per l'anticipo di B

Scuffet: nessun rammarico, a Spezia per crescere

Simone Scuffet venerdì tornerà per la prima volta da ex al 'Friuli'. Indosserà la maglia dello Spezia e sulla sua strada trova il Pordenone, che gioca le partite casalinghe nell'impianto dei Rizzi. Per il portiere friulano sarà sicuramente una trasferta particolare: lui stesso, intervistato da Telefriuli/udineseblog, non lo nasconde: "Sarà bello tornare a casa, nello stadio che ho frequentato per tanti anni, in cui ho dei bei ricordi. Sarà fondamentale per noi fare bene, perchè sarà una partita importante per quello che potrà essere il proseguio del nostro campionato: potrà farci capire quello che potremo ottenere in questa annata".

Cosa rappresenta per te lo Spezia? La presenza lì di Totò Di Natale ti è d'aiuto? "Per me lo Spezia è una grande occasione, avrò la possibilità di cercare di mettermi in mostra, di giocarmi le mie carte, di dimostrare il mio valore. Qui ho ritrovato Totò, ma anche mister Senatore che ha lavorato a Udine con Handanovic, uno dei top al momento: quindi può darmi qualcosa anche lui".

Tutto questo ti aiuta a sentirti un po' a casa anche lì: "Sì. So quanto quel preparatore può essere d'aiuto per la mia crescita".

Totò ti dà ancora consigli? "In realtà non ci vediamo molto, perchè con la sua squadra si allena nell'altro centro sportivo. Ma quando lo incontro mi fa sempre piacere perchè abbiamo condiviso lo spogliatoio un paio d'anni, quindi è sempre bello ritrovarsi". 

Quali le ambizioni tue e dello Spezia, che negli ultimi anni si è spesso ritrovato a giocare i play off di B? "La società è ambiziosa, infatti negli ultimi anni ha spesso raggiunto i play off. Noi quest'anno partiamo con l'idea di voler fare qualcosa di importante, di sapere che c'è da lavorare e che ci sono squadre che sul mercato magari hanno speso qualcosa di più, ma questo per noi non deve essere un problema perchè sappiamo che con il nostro lavoro possiamo raggiungere qualcosa di importante. La mia ambizione è quella di mettermi in mostra, di mettermi in gioco, di cercare di sfruttare questa grande occasione per poter fare bene e lavorare e migliorarmi, come sempre".

Guardandoti indietro, hai qualche rimpianto? "No, nessun rammarico. Ho fatto esperienze, bisogna prenderle tutte guardando al passato in maniera da cercare di tenere le cose positive, migliorare quelle che non sono andate bene e farne esperienza".

 

BIANCONERI IN TV

Blog bianconeri

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi

Primavera e giovanili