Home / Interviste esclusive / Poggi: serve maggiore spregiudicatezza

Poggi: serve maggiore spregiudicatezza

Non si può sempre sperare che gli altri facciano peggio

Poggi: serve maggiore spregiudicatezza

Sabato al 'Friuli' a vedere Udinese-Frosinone c'era anche Paolino Poggi che ha approfittato dell'occasione per ritrovare gli amici di Udine. Purtroppo non ha assistito ad una gara di quelle indimenticabili, anzi. La situazione per i bianconeri è preoccupante e lui, in esclusiva a udineseblog.it, conferma: "Il Frosinone non ha demeritato. Non è stata una partita in cui si è vista la superiorità di una squadra sull'altra. Se fosse finita 0-0 nessuno avrebbe potuto dire niente. Non si è visto spettacolo, entrambe le squadre dovevano rischiare di più".

In Friuli si dice che il 3-5-2 forse non è il miglior vestito per questa Udinese: "Non saprei. Però credo che, per caratteristiche, si possa pretendere di più. Credo, ad esempio, che Pussetto possa dare qualcosa in più alla fase offensiva giocando dietro alla punta per buttarsi negli spazi".

Lasagna non segna: "Non si creano occasioni da gol. Un attaccante non si giudica solo dai gol che fa, ma anche da quanto crea. In questo momento non gli capitano occasioni e lui stesso non le crea".

Anche secondo te la squadra friulana si è fatta frenare dalla paura? "E' giusto che ci sia paura, ma quella deve farti trovare il coraggio di rischiare, bisogna essere più spregiudicati".

A gennaio servono nuovi innesti? "Non credo sia solo un problema di uomini. La squadra può migliorare, c'è tempo, ma bisogna essere più spregiudicati nell'atteggiamento. Per quanto riguarda il mercato, qualcosa di meglio serve sempre, ma bisogna trovarlo e a gennaio non è facile".
Bisognerà fare punti con la Spal: "Tra le squadre che stanno in basso, è quella che più di tutte cerca il risultato con il gioco. Di conseguenza, dà anche occasioni. Non sarà facile, però, raccogliere punti a Ferrara, ma l'Udinese li deve fare".

Quanto rischia, secondo te, l'Udinese quest'anno? Adesso il rischio c'è, è innegabile che lo stiano correndo. Non si può andare avanti sperando che gli altri facciano peggio. Bisogna osare per andare a prendere quelli che stanno sopra".

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Primavera e giovanili

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi