Home / Interviste esclusive / Musso: lavorerò ancora di più per aiutare anche il mio Paese

Musso: lavorerò ancora di più per aiutare anche il mio Paese

Il portiere sulla mancata convocazione alla Coppa America

Musso: lavorerò ancora di più per aiutare anche il mio Paese

Juan Musso è stato uno dei protagonisti di questa stagione bianconera. Una certezza per il reparto arretrato, una bella sorpresa per tifosi e addetti ai lavori. A Telefriuli il portiere argentino commenta: "Abbiamo raggiunto quello che è stato l'obiettivo della seconda metà dell'anno. E' stata una situazione strana, dura, abbiamo avuto problemi, tanti giocatori infortunati. Tante situazioni difficili che abbiamo superato tutti assieme. Sono felice per questo, ma il campionato non è ancora finito:vogliamo cercare di arrivare il più in alto possibile".

Hai mai avuto paura di non riuscire a raggiungere il traguardo? "La possibilità c'è sempre stata, perchè anche le altre squadre sono forti. E' stata una salvezza per cui anche 40 punti potrebbero non bastare per qualche squadra. Significa che è stato difficile, tutti hanno combattuto. Ed è stato così fino alla fine".

Tu hai raggiunto la Nazionale, ma non ce l'hai fatta a convincere Scaloni a portarti in Coppa America: "Avevo l'illusione di farcela, ma sapevo che ci sono anche altri portieri forti che alla fine, a quei livelli, sceglie il mister. Dipende da quello, da come la sente il mister in quel momento. Io sono contento di essere stato inserito nella lista dei preconvocati: lavorerò ancora di più per poter aiutare anche il mio Paese".

Una carica importante per il prossimo anno: "Sì. Adesso dopo Cagliari, le vacanze e subito testa alla nuova stagione".

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Primavera e giovanili

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi