Home / Interviste esclusive / Giacomini: sconfitta figlia del ko di Milano

Giacomini: sconfitta figlia del ko di Milano

Il mister a Telefriuli

Giacomini: sconfitta figlia del ko di Milano

Seconda sconfitta consecutiva per l'Udinese e tanti interrogativi emergono di nuovo sulla squadra. Mister Massimo Giacomini a 'Bianconero' su Telefriuli viene chiamato a cercare di fare un quadro della situazione: "Avevo già detto lunedì scorso che Parma sarebbe stata figlia della partita di Milano. Abbiamo giocato un primo tempo ridicolo, siamo andati sotto contro una squadra che non aveva punte interessanti, ma che sa soffrire. Noi nella ripresa abbiamo sbagliato tutto lo sbagliabile. Come a Milano, abbiamo fatto tutto noi. La sconfitta di Milano ha inciso, si vede. Il Parma era ancora di più alla nostra portata rispetto al Milan".

Lei era stato criticato per quello che aveva detto: "Sono contento. Poi stamattina venivano tutti a baciarmi la mano" scherza il mister.

Lei a 'Game on' sabato scorso aveva criticato la difesa: "Certo. I centrali sono un disastro. Becao ed Ekong non fanno un giocatore serio. E continuano a giocare. Il primo gol di Gagliolo ha dell'incredibile. Chi lo teneva in gioco? Ekong, che tende a mettere il sedere nel naso di Musso in ogni partita. Esce sempre e si gira con il sedere. Una cosa simile non esiste nemmeno nelle categorie dilettantistiche: gli insegnano a non mettersi in quella posizione". E ancora: "Uno ha scritto che io dico che Ekong non è tanto bravo. Bruno Alves ha 39 anni e da anni continua a guidare la difesa del Parma. Ekong ne ha dieci di meno ed è inferiore rispetto a lui".

Ekong andrebbe sostituito? "Sì, ma andava sostituito a giugno. Hanno preso Becao, ma non incide mai. Ha un piede normale, un po' meglio di Ekong, ma tutto lì. L'Udinese è una squadra che ha difficoltà ad impostare il suo gioco, che è troppo legato alle ripartenze. L'Udinese fa meglio quando si mette con la difesa a quattro: ma perchè non iniziamo la partita con quella disposizione? Così si riesce a tirare di più in porta rispetto a quando giochiamo con cinque difensori. Si è visto con il Milan, che abbiamo rimontato fino a quando il mister non ha sbagliato con i cambi. Ekong nella sua nazionale gioca in una difesa a quattro. Lo stesso Larsen nella Danimarca è terzino nella difesa a quattro".

Problema attacco: "Se avessimo avuto Pussetto, non avremmo perso quelle due partite"

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Primavera e giovanili

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi