Home / Interviste esclusive / Giacomini: per fare punti bisogna correre

Giacomini: per fare punti bisogna correre

Come nel secondo tempo contro il Bologna

Giacomini: per fare punti bisogna correre

Altra trasferta proibitiva per l'Udinese con Nicola che deve fare i conti con nuovi dubbi e defezioni. Mister Massimo Giacomini a 'Game on' su Telefriuli ha analizzato la situazione dell'Udinese rispetto a quella del Napoli: "In campionato serve una rosa con giocatori che possano avere anche una certa duttilità per poter interpretare ruoli diversi. L'Udinese ne ha pochi di questi giocatori, ha più che altro giocatori di ruolo che in quel ruolo danno rendimento, da altre parti molto meno. Non si può paragonare alla rosa del Napoli che è nettamente superiore sotto l'aspetto tecnico-tattico. Il rientro di Maksimovic e Koulibaly riporta alla difesa titolare del Napoli. Il centrocampo con Allan e Fabian Ruiz è di alto livello. Zielinski e Callejon ai lati fanno i centrocampisti che diventano attaccanti in questo 4-4-2 che diventa 4-2-4. E' una modifica costante sia quando difendi che quando attacchi, cosa che noi non riusciamo a fare quasi mai".

Tanti i dubbi per Nicola, che potrebbero condizionare anche il modulo: "No. Credo che giocherà con il 5-3-2 schierando Ter Avest, Larsen, Ekong, De Maio e Zeegelaar. Credo che De Maio giocherà. Altrimenti può essere che giochi a 4, ma diventerebbe difficile perchè non ha due centrali. Potrebbe affidarsi a Mandragora, che ha già giocato centrale di difesa nella retroguardia a 4. Ma non mi sembra ci sia convinzione nell'intraprendere questa strada, mi sembra si voglia rimanere sul 5-3-1-1".

Nicola ha parlato di 'osare mantenendo l'equilibrio'. Come si fa? "E' difficile se si bada innanzitutto a difendersi, poi se si può si contrattacca. Bisogna organizzare la difesa ma anche la promozione di passaggi intelligenti e smarcanti sugli attaccanti. Altrimenti è inutile avere due attaccanti. Il discorso delle scelte forse dà l'obbligo di giocare in altro modo, ma non si risolve niente in questo caso perchè o tu sei convinto di poter giocare nell'altro modo, oppure... "

Pronostico scontato al San Paolo? "Se non ribaltiamo in pochi giorni la prestazione che abbiamo fatto contro la Juventus, il discorso è scontato. Se ci mettiamo a correre come abbiamo fatto nel secondo tempo contro il Bologna, si può ottenere qualcosa. Bisogna iniziare la partita con quel passo e finirla con quel passo: allora possiamo avere delle speranze. Ci sono sempre 11 giocatori contro 11 giocatori".

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Primavera e giovanili

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi