Home / Interviste esclusive / Giacomini e Pizzul: I Pozzo non venderanno l'Udinese

Giacomini e Pizzul: I Pozzo non venderanno l'Udinese

Non hanno motivo per farlo

Giacomini e Pizzul: I Pozzo non venderanno l\u0027Udinese

Ancora una sconfitta per l'Udinese, tornata da Marassi con la delusione della prestazione che lo stesso Nicola ha definito la più brutta della sua gestione. Mister Massimo Giacomini e Bruno Pizzul a 'Bianconero' su Telefriuli hanno commentato la situazione in casa bianconera.

Giacomini: "Sapevamo che la situazione era difficile e si poteva presumere, dopo la gara con il Parma. Non abbiamo fatto un tiro tra i pali. Io, era 20 anni che non vedevo una cosa del genere. Il presidente del Bologna ha detto che i suoi hanno fatto pietà. Anche noi. Perchè tolto Behrami? Io non credo abbia chiesto lui il cambio. E non lo fai a 3 minuti dalla fine del primo tempo. Nicola poi ha detto che lui allena, il mercato lo fa la società. Lo ha dichiarato. Ma preciso che io non ce l'ho con Nicola. Ricordo che alla Sampdoria mancavano tre giocatori. Al di là di quello, si vedeva il pensiero diverso, l'atteggiamento diverso in campo. Vedendo i giocatori a disposizione è chiaro che a Nicola devono prendere almeno un centrocampista. De Paul: il meglio lo ha dato con Velazquez, era nella posizione giusta. Cederlo ora? Se arrivano i quattrini lo vendono. Eventuale cessione della società? Mi sembra di sentir parlare della corazzata Potemkin. Oggi non è facile prendere una squadra di calcio, e poi i Pozzo sono legati a questa società. Perchè dovrebbero vendere? Di che cosa parliamo. Il problema delle plusvalenze? E' difficile farle, adesso tutti vanno a pizzicare dove prima pizzicava l'Udinese. Poi quest'anno hanno sbagliato le scelte. Giocatori friulani? Non ci sono perchè non li crescono. Contro la Fiorentina come fare? Il modulo di gioco deve avere un pensiero diverso, in mezzo al campo non facciamo due passaggi utili di fila. Poi, noi giochiamo in casa: speriamo arrivi un pareggio e non la solita sconfitta. Speriamo non arrivi la vendetta di Muriel per l'episodio di Danilo".

Pizzul: "Al termine della partita ero arrabbiato. Per come si sono comportati la squadra, i singoli e il tecnico, mi ha fatto arrabbiare. La situazione ora è imbarazzante. Ci sono sconfitte e sconfitte. Se contro il Parma qualcosa si poteva salvare, a Genova nulla. Non ci si può aggrappare ai due rigori dati contro. E De Paul è diventato un problema, non si sa dove metterlo. Poi come fai a costruire una manovra se non riesci a mettere insieme tre passaggi di fila? Fofana fa delle robe da matto. Credo che il modulo sia sbagliato, è lì che Nicola deve intervenire. De Paul? Non credo lo cedano adesso. Udinese in vendita? Non è facile comprarla e non credo che i Pozzo vendano. Il problema ora? Hanno sbagliato le scelte, non hanno indovinato un giocatore. Hanno preso 5 o 6 giocatori che speravano fossero buoni. Udine poco attraente? Qui gli ingaggi non sono lievitati come altrove".

De Paul all'Inter già a gennaio? "Non credo che Perisic andrà già all'Arsenal: è in vacanza da sei mesi, non gli danno 40 milioni"

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Primavera e giovanili

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi