Home / Interviste esclusive / Giacomini: "Basta dare colpe a Scuffet. Sul gol di Ronaldo il primo errore è di Samir"

Giacomini: "Basta dare colpe a Scuffet. Sul gol di Ronaldo il primo errore è di Samir"

"Se non si fosse fatto male Bonifazi, avremmo vinto la partita"

Giacomini:  Basta dare colpe a Scuffet. Sul gol di Ronaldo il primo errore è di Samir

Mister Massimo Giacomini a 'BianconeroXXL' su Telefriuli ha commentato la sconfitta casalinga contro la Juventus: "Non sono nè arrabbiato, nè deluso. E' esagerato dire che l'Udinese è stata  perfetta. Ha fatto una buona partita contro una squadra in difficoltà, non ha nemmeno avuto molte occasioni favorevoli. Interessante il gol di Molina, poi negli ultimi 13 minuti la Juve si è svegliata, Pirlo ha fatto qualche cambio e Ronaldo è stato il mattatore. Prendiamo il risultato tranquillamente e ripetiamo questa prestazione pulita, attenta. Nella ripresa abbiamo fatto 3 o 4 azioni in cui si poteva arrivare a fare il secondo gol".

Scuffet in croce per l'errore sul gol vittoria di Ronaldo: "Samir è quello che ha più colpa. Prima l'errore l'ha fatto Samir, e Scuffet non è riuscito a salvare. Avete visto la partita o no? L'errore è di Samir. Scuffet non è riuscito a bloccare l'errore di Samir. Non è riuscito a rimediare. Smettiamola di dare colpe a Scuffet. Devo elencare i gol che ha preso anche Musso nella stessa situazione? L'argentino è un ottimo portiere, ma ha fatto errori anche lui. Ripeto: Scuffet non è il primo colpevole. Ha sbagliato anche lui, ma il primo errore è di Samir. Se non si fosse fatto male Bonifazi, probabilmente avremmo vinto la partita. Perchè non è entrato De Maio al posto di Samir? Perchè lo tengono in freezer. Scuffet era sei mesi che non giocava una partita. Mentre gli altri subentrano, in porta gioca sempre quello".

De Paul e quel gomito che ha procurato il rigore: "Succede, è successo anche ad altri. Sembra che salti in alto e istintivamente poi alzi il gomito per fermare la palla, darle un'altra direzione. Alza il braccio quasi sulla testa. E' inspiegabile, è un riflesso che gli è capitato, come a Larsen contro il Milan. Lì la partita ha cambiato volto".

La punizione c'era? "Chiffi non era nella posizione ideale. Cuadrado aveva agganciato col braccio Larsen, avevano spinto tutti e due. L'arbitro non era nella posizione giusta per vedere".

L'Udinese ha contestato molto la punizione: "Chiffi ha arbitrato bene, è stato bravo. In quel frangente poteva lasciar correre. Chiffi è un arbitro che sta crescendo, è bravo. Non ritengo corretto quanto detto dai dirigenti nei suoi confronti".

Condanna De Paul per quel gomito che ha procurato il rigore contro l'Udinese? "E' una cosa che è al di fuori del giudizio della prestazione. E' un attimo di agonismo un po' eccessivo. Deve limare qualcosina, ma non lo condanno. Però se gioca in una squadra più forte, terrà meno la palla, giocherà più di prima intenzione".

Il Milan su De Paul: "Non credo. Devono smaltire tre o quattro giocatori. Penso che potrebbe anche andare al Barcellona. Là c'è Messi. Ma anche il Barcelloni è sotto coi debiti".

L'attacco del futuro, quale sarà? "Quello di quest'anno, se non si fossero infortunati tutti, era assolutamente buono. Pussetto e Deulofeu assieme sarebbero stati perfetti".

Scuffet potrebbe partire titolare in serie A? "Non lo so. Ma so che qui è stato trattato male. Televisioni e giornali lo hanno massacrato. Guidolin lo ha fatto esordire e poi gli ha dato continuità: quindi non capiva niente di calcio? E' chiaro che per lui è meglio andare via da qui".

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Primavera e giovanili

Calcio

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Altri mondi

Altri mondi