Home / Interviste esclusive / De Paul: siamo una squadra giovane, che ascolta

De Paul: siamo una squadra giovane, che ascolta

L'argentino ha fiducia nel gruppo

De Paul: siamo una squadra giovane, che ascolta

Il bianconero del momento, Rodrigo De Paul, è stato letteralmente sommerso dai tifosi alla festa per il 122° compleanno dell'Udinese. Senza mai perdere il sorriso ha concesso foto, selfie, autografi. E si è concesso alle interviste di rito. A Telefriuli ha detto: "All'Udinese faccio un grande augurio. I tifosi sono felici oggi, io li voglio ringraziare di tutto. Loro sono la storia di questo club: continuiamo a stare insieme, a dare gioia, è quello che vogliamo tutti".

La tua esultanza in occasione del gol alla Roma è stata particolare: "Quando si sbaglia un rigore è difficile, anche se so che può capitare. Ma era un momento particolare, perchè la squadra si fida, lavora per quello... Volevo scusarmi per l'errore".

Che aggettivo dai a Nicola? "Io mi trovo bene con tutti, sto bene qua. Come ho detto due o tre settimane fa, quando ho firmato il rinnovo, questa è la mia casa. Io sono tranquillo, mi fido dell'allenatore che c'è perchè sa sempre cosa fare. Prima c'era Julio: avevamo un rapporto buonissimo anche con lo staff, abbiamo lavorato molto bene. Adesso è Nicola, siamo contentissimi con lui e il suo staff. Noi siamo una squadra giovane che ascolta: vogliamo migliorare e stiamo lavorando per migliorare".

Pozzo vuol tornare a sognare: è esagerato pensare a tornare grande? "Io mi fido molto di questa squadra, davvero. Abbiamo giocatori forti, di qualità. Il calendario è un po' difficile, ma possiamo fare grandi cose. Abbiamo iniziato bene con l'allenatore, questo è importante. Se portiamo a casa un buon risultato anche da Sassuolo, possiamo dire di essere sulla strada giusta. Poi, vittoria dopo vittoria, si lavora molto bene".

Quanti gol vuoi fare? "Non penso ad un obiettivo, penso a fare punti a Sassuolo. Se arriva il gol, meglio. L'importante è lavorare per fare gol".

Chi vince il Superclasico? "Non lo so. Spero sarà una bella partita, si affrontano due tra le più grandi squadre dell'Argentina. La decisione di giocare a Madrid è un po' così, ma mi aspetto un grande spettacolo".

BIANCONERI IN TV

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi