Home / Internazionali / Razzismo: il Liverpool chiede misure più dure sui social

Razzismo: il Liverpool chiede misure più dure sui social

Tre giocatori dei Reds sono stati vittime di razzismo sui social

Razzismo: il Liverpool chiede misure più dure sui social

Il Liverpool Football Club ha chiesto, con un messaggio pubblicato sui propri profili social, di inasprire le misure per combattere il razzismo su internet dopo che tre giocatori dei Reds, Trent Alexander-Arnold, Sadio Manè e Naby Keita sono stati vittime di messaggi razzisti su Instagram dopo la sconfitta di Champions contro il Real Madrid. Come si legge nella nota del club di Anfield ripresa da sportmediaset.it:"Ancora una volta stiamo discutendo tristemente di episodi razziali abominevoli la mattina dopo una partita di calcio. È assolutamente inaccettabile e deve finire. LFC condanna tutte le forme di discriminazione e continuiamo a lavorare con i nostri partner attraverso l'iniziativa Red Together. Come club, offriremo ai nostri giocatori tutto il supporto di cui avranno bisogno. Collaboreremo inoltre con le autorita' competenti per identificare e, se possibile, perseguire i responsabili", si legge ancora nella nota. "Sappiamo che cio' non sara' sufficiente fino a quando le piattaforme di social media e gli organismi di regolamentazione che le governano non adotteranno misure preventive piu' forti possibili. Non si puo' permettere che la situazione attuale continui e spetta a tutti noi assicurarci che non sia cosi". 

BIANCONERI IN TV

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Calcio

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi