Home / Internazionali / In Iran a Stramaccioni tolgono pure l'interprete

In Iran a Stramaccioni tolgono pure l'interprete

Incredibile boicottaggio all'ex tecnico bianconero

In Iran a Stramaccioni tolgono pure l\u0027interprete

Non si sta rivelando delle migliori l'avventura di Andrea Stramaccioni in Iran. Dopo le perplessità che lo avevano indotto ad una pausa di riflessione per decidere se continuare o meno a rimanere sulla panchina dell'Esteghlal, l'ex tecnico dell'Udinese è costretto oggi a denunciare una incredibile operazione ai suoi danni che sa di boicottaggio: gli è stato impedito di portare l'interprete in panchina durante le partite. Impossibile per lui, quindi, comunicare con i calciatori che non parlano nemmeno l'inglese. Esasperato, Stramaccioni a Tuttosport ha spiegato: "Non so se questa sia una decisione del club o della federazione, ma in ogni caso è una incredibile mancanza di rispetto verso la mia professionalità e verso un allenatore straniero in Iran. Cos'è? Un boicottaggio? Ho vissuto due mesi pieni di problemi, ma non mollo. Resto qui a lottare per i tifosi dell'Esteghlal che sono fantastici".

In precedenza Stramaccioni si era visto bloccare gli acquisti di Thereau, Pucciarelli, Dramè e Milic per problemi di visto.

BIANCONERI IN TV

Blog bianconeri

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi

Primavera e giovanili