Home / Internazionali / Barcellona: ufficiale l'esonero di Valverde

Barcellona: ufficiale l'esonero di Valverde

Arriva Setien

Barcellona: ufficiale l\u0027esonero di Valverde

Ernesto Valverde non è più l’allenatore del Barcellona: il consiglio d’amministrazione del club catalano, riunitosi oggi pomeriggio fino a sera, ha deciso di esonerare il tecnico dopo la recente eliminazione nella semifinale della Supercoppa di Spagna. Al suo posto arriva Enrique “Quique” Setién, come da comunicato ufficiale del Barcellona, che ha raggiunto un accordo per firmare un contratto fino al 2022: domani alle 13.30 è prevista la firma sulle carte da parte di Setién, che verrà presentato alla stampa alle 14.30.

Il 55enne Valverde, che ha risolto il suo contratto con il Barcellona, era in carica sulla panchina dei blaugrana dall’estate del 2017, quando aveva sostituito Luis Enrique. Alla guida del Barça ha vinto gli ultimi due campionati spagnoli, ma ha anche sofferto le brucianti eliminazioni dalla Champions League, con rimonte tremende, ad opera della Roma e del Liverpool. Quest’anno, nel massimo torneo europeo, il Barcellona è atteso dalla sfida negli ottavi di finale contro il Napoli.

L’erede di Valverde è Enrique “Quique” Setién, 61 anni, allenatore per due stagioni del Betis Siviglia, fino allo scorso maggio, e in precedenza sulle panchine di Racing Santander, Poli Ejido, nazionale della Guinea Equatoriale, Logroñes, Deportivo Lugo e Las Palmas. Da calciatore Setién è stato un buon centrocampista, con 3 presenze nella nazionale spagnola (e la convocazione ai Mondiali di Messico 1986), e una lunga carriera con le maglie di Racing Santander, Atletico Madrid, Logroñes e Levante. Grande ammiratore di Johann Cruijff, Setién non ha mai nascosto il suo sogno di allenare il Barcellona. Proprio la sua idea di calcio, ispirata dal campione e allenatore olandese, ha convinto il Barcellona a puntare su di lui.

BIANCONERI IN TV

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi