Home / Europa League / Napoli-Real Sociedad 1-1

Napoli-Real Sociedad 1-1

Gattuso ai sedicesimi

Napoli-Real Sociedad 1-1

Il Napoli pareggia 1-1 con la Real Sociedad e vola ai sedicesimi di Europa League. I partenopei, alla prima ufficiale al San Paolo dopo l'intitolazione dell'impianto a Diego Armando Maradona, la sbloccano al 35' con un gran destro dal limite di Zielinski. Nella ripresa devono soffrire, contro un avversario volenteroso ma anche poco concreto, resistendo agli assalti fino ai minuti di recupero, quando Willian José trova la zampata del pari che porta anche i baschi alla fase a eliminazione diretta. Az Alkmaar sconfitto col Rijeka ed eliminato.

LA PARTITA

È agrodolce la prima al "Maradona". Il Napoli centra l'obiettivo più importante, garantendosi il prosieguo nel cammino europeo, ma vede svanire proprio nel finale il sogno di un debutto vincente nello stadio appena intitolato alla memoria di Diego. Gli uomini di Gattuso sono bravi a far sfogare un avversario inevitabilmente più motivato, reggendo bene l'urto (pur con qualche brivido) e poi sbloccandola con un capolavoro balistico. L'atteggiamento un po' troppo passivo, oltre che la qualità dell'avversario, alla fine costano i tre punti, ma non il primo posto nel girone. I baschi chiudono secondi, risultato già garantito dal gol di Willian José e certificato pochi istanti dopo dal raddoppio del Rijeka contro l'Az. La Real deve vincere per essere tranquilla e l'atteggiamento iniziale testimonia subito le intenzioni dei baschi: pressione a tutto campo con il 4-1-4-1 e recupero palla altissimo, nel tentativo di schiacciare i padroni di casa nella loro trequarti. Il Napoli parte un po' troppo contratto, fatica a scavalcare la linea di pressing avversaria e corre più di un rischio in avvio. Al 19' i partenopei possono solo ringraziare Portu, che sull'assist di Willian José calcia incredibilmente a lato con la porta spalancata davanti a sé e Ospina già superato. Pochi minuti dopo, però, gli uomini di Gattuso possono recriminare per un contrasto su Lozano lanciato in campo aperto: Grinfeld giudica regolare e assegna il corner, anche se i replay lasciano più di un dubbio. Col passare dei minuti gli spagnoli calano di intensità e a 10 dall'intervallo vengono puniti: Zielinski raccoglie la respinta di un corner, aggiusta col petto e calcia col destro dal limite, fulminando Remiro all'incrocio. Un gioiello degno del nome che porta lo stadio. Con la tranquillità del vantaggio e di una qualificazione (quasi) in cassaforte, il Napoli comincia la ripresa ancora un po' sottotono, mentre gli avversari si riversano in avanti a caccia del gol. I baschi giocano e creano, ma peccano clamorosamente di concretezza. Qualche spazio che si apre in contropiede potrebbe anche fornire agli azzurri la chance di chiuderla definitivamente, ma alla fine sono gli spagnoli a trovare il gol, comunque più che meritato. Il neo entrato Ghoulam si addormenta e fornisce a Willian José la sponda buona per girarsi e battere Ospina in pieno recupero, liberando la gioia per la qualificazione.

LE PAGELLE

Zielinski 6,5 - Partita dopo partita si è riguadagnato il ruolo da titolare, a forza di prestazioni. La perla con cui battezza la prima al "Maradona" e porta i suoi ai sedicesimi è la ciliegina sulla torta. Lozano 6 - Anche lui, come Insigne, deve sacrificarsi molto in fase difensiva. Ha un paio di occasioni in contropiede che costringono gli avversari a interventi al limite. Quando c'è da soffrire, anche certe situazioni aiutano.

Insigne 6 - Poche invenzioni, pochi guizzi, ma tanto sacrificio in una serata che lo richiede. Non brilla come altre volte, ma fa svolge bene il suo compito di capitano e leader della squadra.

Januzaj 5 - Parte molto largo, prima a destra poi a sinistra, ma non riesce quasi mai a saltare l'uomo e creare quella superiorità numerica di cui la squadra avrebbe bisogno per concretizzare il tanto gioco creato.

Portu 5,5 - Corsa e qualità non gli mancano, ma il gol che si divora sullo 0-0 pesa enormemente sul suo giudizio. Per sua fortuna, non pesa anche sulla qualificazione dei suoi.

Willian José 6,5 - Nel primo tempo è il faro della manovra offensiva, regala a Portu una palla che è solo da spingere dentro, ma che il compagno fallisce clamorosamente. La sconfitta dell'Az in Croazia rende un po' meno "utile" il suo gol, ma la festa finale è tutta per lui.

IL TABELLINO Napoli-Real Sociedad 1-1

Napoli (4-2-3-1): Ospina 6,5; Di Lorenzo 6,5, Maksimovic 6,5, Koulibaly 6,5, Mario Rui 6 (37' st Ghoulam 5,5); Bakayoko 6 (25' st Demme 6), Fabian Ruiz 5,5; Lozano 6 (25' st Politano 6), Zielinksi 6,5 (29' st Elmas 6), Insigne 6; Mertens 6 (25' st Petagna 6). Allenatore: Gattuso 6

Real Sociedad (4-1-4-1): Remiro 6; Zaldua 5,5 (1' st Gorosabel 6,5), Zubeldia 6, Le Normand 6 (34' st Sagnan 6), Monreal 6,5 (34' st Munoz 6); Zubimendi 6; Portu 5,5 (11' st Barrenetxea 6), Guevara 5,5 (34' st Isak 6), Merino 6, Januzaj 5; Willian José 6,5. Allenatore: Alguacil 6

Arbitro: Grinfeld

Marcatori: 35' Zielinski (N), 45+2' st Willian José (R)

Ammoniti: Mertens (N), Zubimendi (R), Lozano (N), Fabian Ruiz (N), Le Normand (R), Zubeldia (R) Espulsi:

BIANCONERI IN TV

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Calcio

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi