Home / Coppa Italia / Sarri: domani è una partita importante

Sarri: domani è una partita importante

Dobbiamo trovare le energie

Sarri: domani è una partita importante

"Giocherà De Ligt o Rugani? De Ligt è apparso in grandissima ripresa e la partita di Roma lo ha dimostrato. Rugani è tenuto da noi in grandissima considerazione, anche per la partita di domani" sono le parole di Maurizio Sarri in conferenza stampa alla vigilia della sfida di Coppa Italia tra Juve e Udinese.

Il tecnico bianconero ha spiegato: "Giocheremo a pochi giorni di distanza da una partita che ci ha tolto tante energie, non è stato facile recuperare. Ogni partita è importante per un obiettivo, non ce ne sono di più importanti e meno importanti. Quindi è una gara importante e bisogna trovare le forze per recuperare energie fisiche e mentali, non è facile ma bisogna farlo". Poi, su Emre Can: "Può giocare in difesa? Nella difesa a 4 è un percorso lungo, l'ho visto giocare più spesso nella difesa a 3. Per quanto riguarda il centrocampo, ci vogliono caratteristiche diverse a seconda che si giochi con il 4-3-3 o con il 4-3-1-2".

Le parole di Sarri sulle condizioni di Cristiano Ronaldo e degli altri attaccanti: "La sensazione è che gli attaccanti stiano tutti bene, li possiamo far ruotare solo per dare un turno di riposo a qualcuno. Ronaldo sta bene, ha risolto i problemi fisici che aveva ed è in un momento straordinario. I numeri parlano per lui, non solo quelli a livello realizzativo ma quelli che esprime in partita. È in salute, possiamo lasciare anche lui la scelta: se si sente bene è anche giusto che giochi. Domani mattina voglio anche parlare con lui, oggi c'è stato un allenamento di recupero".

Su Pjaca e Buffon: "Può giocare Pjaca contro l'Udinese? Non lo so, dipende dalle condizioni degli altri giocatori. Se si aprono degli spazi per lui sarei felicissimo, ha avuto una sfortuna unica. Ha grandi potenzialità, quando ero a Napoli era un nostro obiettivo e l'abbiamo seguito tantissimo. Buffon titolare? Penso di sì, com'è giusto che sia perché sta facendo benissimo. Per noi è una risorsa fondamentale, in campo e fuori".

Sarri su Pjanic, stadio Olimpico e Dybala Il tecnico della Juve su Pjanic: "Ripeto, oggi abbiamo fatto un allenamento di recupero perché il rischio infortuni è maggiore nelle 48 ore dopo la partita. Abbiamo preferito andare lisci, abbiamo lavorato un po' sulla fase difensiva ma a livello teorico, non ad alta velocità. Le valutazioni finali sarà fatta solo domani mattina, oggi era difficile recuperare le reali condizioni dei calciatori. I numeri che mi arrivano dallo staff medico sono abbastanza rassicuranti, ma devo ancora decidere".

Sarri ha poi parlato dello stadio Olimpico e del rapporto con Dybala: "Con Dybala ci parlo tutti i giorni, non c'è bisogno di parlare di quello che è avvenuto. Tra l'altro lo staff mi ha riferito che ha chiesto solo perché veniva sostituito, non mi sembra niente di particolare. Abbiamo la fortuna di avere attaccanti forti che devono essere una risorsa, non un problema o una polemica. Poi ci può essere anche la litigata ma non è che il giorno dopo uno uccide l'altro, finisce lì. Il terreno di gioco dell'Olimpico ha inciso sugli infortuni di Zaniolo e Demiral? In realtà mi sembra migliore rispetto alle scorse stagioni. Penso nessuno possa dirlo in maniera scientifica, ma guardando la dinamica degli infortuni non credo abbia inciso il campo".

Infine, su Chiellini: "Chiaramente non sta ancora benissimo, ma vedo che ha già una corsa fluida e non è una cosa da poco per uno che ha avuto il suo infortunio. Poi bisognerà vedere come risponderà quando rientrerà in gruppo"

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Interviste esclusive

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi