Home / Coppa Italia / Napoli-Perugia 2-0

Napoli-Perugia 2-0

Con due rigori, Insigne porta ai quarti Gattuso

Napoli-Perugia 2-0

Il Napoli è la seconda qualificata ai quarti di Coppa Italia. Allo stadio San Paolo, la squadra di Gattuso batte 2-0 il Perugia in una gara che ha visto il Var grande protagonista. Azzurri avanti al 26' con un rigore trasformato da Insigne. Il capitano si ripete al 38', sempre su penalty concesso dal Var. La tecnologia assegna un rigore anche al Perugia nel recupero del primo tempo, ma Ospina respinge la conclusione di Iemmello.

LA PARTITA

Per il Napoli che è finito addirittura nella colonna di destra in classifica in Serie A, la Coppa Italia è diventata un obiettivo primario, un'ancora di salvataggio in una stagione nera, almeno in campionato. Si spiega così il moderato turnover di Gattuso, nonostante il Perugia sia avversario di categoria inferiore. Cambi soprattutto in attacco, con fiducia a Lozano e Llorente. Insigne inamovibile, il capitano ringrazia con una prestazione a tutto campo. Cosmi torna sulla panchina umbra dopo 16 anni: un rientro amaro, ma non sono queste le battaglie da vincere per il Perugia, che si fa vedere nei minuti iniziali con Iemmello (destro a giro largo di poco). Il Napoli prende il comando delle operazioni e sfiora l'1-0 con Ruiz (sventola respinta in angolo) e Manolas, due volte pericoloso di testa. Lozano fa le cose giuste ma sempre con un tempo di gioco in più e quando Insigne lo trova con uno di quegli assist che di solito riserva a Callejon, il messicano è disturbato da Nzita (molto probabilmente con fallo) e si fa murare da un miracolo di Fulignati. L'ex Psv rinnova il duello con il dirimpettaio e propizia il primo rigore di giornata: Insigne spiazza il portiere (26') e trova il primo gol al San Paolo dopo otto mesi. Il capitano si ripete 12 minuti più tardi, dopo che l'arbitro Massimi ha controllato al Var un mani di Iemmello in area. Sul doppio vantaggio il Napoli ha il demerito di sedersi troppo e, annullato il tris di Zielinski per fuorigioco, il Perugia rischia di riaprire la gara dal dischetto: ancora mani (stavolta di Hysaj, in seguito a un tocco di piede), ancora Var, ancora rigore, dopo sei minuti di attesa tra i mugugni del San Paolo. Ospina si riscatta dopo la papera dell'Olimpico e respinge la conclusione di Iemmello, venendo abbracciato da tutti i compagni. Nella ripresa succede molto poco: gli azzurri giochicchiano, l'unico pericolo arriva su tiro di Elmas (tra i meno brillanti) parato da Fulignati. Il Perugia si fa vedere solo con un colpo di testa largo di Falcinelli. A rompere il torpore generale i tanti applausi per il nuovo acquisto Diego Demme, subentrato per gli ultimi 25'.

IL TABELLINO NAPOLI-PERUGIA 2-0

Napoli (4-3-3): Ospina; Hysaj, Manolas, Di Lorenzo, Mario Rui; Elmas, Ruiz (20' st Demme), Zielinski (39' st Allan); Lozano (30' st Callejon), Llorente, Insigne. A disp.: Meret, Idasiak, Younes, Tonelli, Gaetano, Milik. All.: Gattuso.

Perugia (3-5-2): Fulignati; Gyomber, Sgarbi, Falasco; Rosi, Falzerano, Carraro (27' st Konate), Buonaiuto (10' st Dragomir), Nzita; Falcinelli, Iemmello (17' st Melchiorri). A disp.: Vicario, Albertoni, Rodin, Nicolussi Caviglia, Balic. All.: Cosmi.

Arbitro: Massimi

Marcatori: 26' rig., 38' rig. Insigne (N)

Ammoniti: Ruiz (N); Falzerano (P), Iemmello (P), Gyomber (P)

Espulsi: - Note: Ospina (N) para un calcio di rigore a Iemmello (P) al 52'

BIANCONERI IN TV

Conferenze stampa

Interviste esclusive

Vita da Club

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi

Primavera e giovanili